Key Energy: patto di sindaci, città e regioni decisivi sulla sostenibilità

19

keyenergyRimini, 6 novembre 2013 – Le città avranno un ruolo determinante nella politica energetica nazionale, visto che le decisioni che verranno adottate dalle metropoli e dai principali centri urbani avranno serie conseguenze sul futuro del nostro pianeta. È quanto emerso oggi dall’incontro “Il patto dei Sindaci. La città e i territori come protagonisti della Green economy e della politica energetica nazionale” che si è tenuto a Key Energy, la fiera internazionale delle energie e della mobilità sostenibili che si è aperta questa mattina a Rimini Fiera e che si svolge in contemporanea con Ecomondo fino al 9 novembre.

Ma non sono solo i comuni ad essere in prima linea nell’adozione di politiche per l’ambiente. A guidare i progetti e gli interventi c’è soprattutto l’azione delle Regioni, le quali come è noto, debbono sottostare ai vincoli del decreto Burden Sharing che fissa obblighi precisi per ogni singola area del Paese. Per Antonio Lumicisi organizzatore dell’incontro sono proprio “le Regioni più che lo Stato ad essere in prima linea per l’ambiente”.

Tra quelle che hanno presentato iniziative erano presenti la Sardegna, che ha illustrato il Progetto Smart City- Comuni in classe A che coinvolge 66 comuni o la Basilicata che ha avviato un progetto di riduzione dei costi energetici per gli enti locali lucani che ha consentito di risparmiare oltre 1,5 milioni di euro grazie a una gestione centrale delle forniture di elettricità e gas. Per non parlare poi della Regione Sicilia, che proprio di recente ha approvato sostanziosi finanziamenti ai Comuni, con vincoli molto stringenti per la realizzazione dei progetti.

Ad oggi sono 2.481 i Comuni firmatari del patto che li obbliga a redigere il Piano d’azione per l’energia sostenibile (Paes) con i valori delle emissioni registrati localmente. Tra i settori maggiormente interessati dalle azioni dei sindaci ci sono quelli delle rinnovabili, dell’illuminazione pubblica, del telecontrollo ma soprattutto dell’efficienza energetica, sia in ambito produttivo, sia in quello residenziale. A questo proposito è stato citato il progetto “Easyhome 4EQ Efficienza Energetica” che unisce economicità, etica e qualità della Cooperativa Santa Francesca Cabrini Due.

Nel corso dell’incontro si è tenuta anche la premiazione del concorso “Laboratorio delle Idee 2013”, promossa da Multiutility in collaborazione Officine Italiane Innovazione. I progetti vincitori sono: MBL Solution che ha proposto un modulo fotovoltaico innovativo; Arcangelo Massafara con il progetto Wind Ball e lo Studio Piccini Raoul che ha presentato una tecnologia per la produzione da rinnovabili da modesto moto ondoso di tipo Mediterraneo.

Print Friendly, PDF & Email