Gas fluorurati, ACCREDIA avvia tavolo tecnico congiunto

41

Roma, 26 marzo 2015 – Accredia, l’Ente unico di accreditamento, ha avviato un tavolo tecnico congiunto tra organismi di certificazione accreditati operanti nel settore dei gas fluorurati e le Associazioni delle imprese artigiane interessate, per snellire le procedure burocratiche e semplificare gli adempimenti.

La decisione fa seguito all’allarme sollevato dagli imprenditori, a seguito dell’adozione da parte del Ministero dell’Ambiente del Dpr 43 del 2012 che, secondo gli stessi, recepisce in maniera restrittiva e complessa la norme europee. Interessati circa 150.000 tra installatori d’impianti e autoriparatori che operano su apparecchiature contenenti i cosiddetti gas fluorurati a effetto serra, come pompe di calore, condizionatori d’aria, climatizzatori, gruppi frigoriferi e lavatrici industriali.

Il tavolo di lavoro congiunto organismi-imprese si confronterà sulla questione al fine di elaborare proposte da presentare al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare, con l’auspicio che quest’ultimo le recepisca nell’ottica di semplificare la vita delle imprese e adempiere nel migliore dei modi alla normativa comunitaria.

“Siamo vicini alle imprese e alle loro istanze – ha dichiarato il Direttore Generale di Accredia, Filippo Trifiletti -. Comprendiamo le loro preoccupazioni e per questo abbiamo favorito l’incontro con gli organismi per poter elaborare proposte che vadano nella direzione sperata, ossia quella di snellire le procedure a carico degli operatori ed eliminare le complicazioni inutili e al tempo stesso garantire che le certificazioni rimangano uno strumento altamente affidabile come richiesto dall’Amministrazione”.

Print Friendly, PDF & Email