Intelligenza artificiale

Mentre le emissioni globali continuano ad aumentare in modo allarmante, le città e le aziende si stanno orientando verso risorse, energia e tecnologie più pulite. Secondo GlobalData, ciò si traduce in innovazioni che consentono a processi, beni e servizi di avere un minore impatto ambientale.

Abhishek Paul Choudhury, senior disruptive tech analyst di GlobalData, commenta: “Le aziende stanno riducendo la loro impronta di gas serra e stanno implementando operazioni positive per il clima, in risposta alle crescenti preoccupazioni sul riscaldamento globale. Ciò sta dando origine a un ampio spettro di soluzioni cleantech che possono aiutare le aziende a ridurre al minimo le loro impronte di carbonio per garantire un futuro sostenibile”.

Il database Innovation explorer del Disruptor intelligence center di GlobalData evidenzia alcune delle principali tendenze e le startup cleantech che potrebbero plasmare un futuro sostenibile, aiutando le aziende a progredire verso i loro obiettivi di emissioni zero.

Cattura, utilizzo e stoccaggio del carbonio (Ccus)

La startup ucraina Carbominer offre una tecnologia di cattura diretta dell’aria che assorbe la CO2 dall’aria circostante senza bisogno di liquefazione o trasporto del gas. La CO2 raccolta viene utilizzata nelle serre per stimolare la crescita delle piante e offre ai gestori di queste ultime una fonte di energia a basso costo e a zero emissioni di carbonio.

Automazione ecologica

La startup tedesca Dabbel fornisce un sistema di automazione degli edifici con intelligenza artificiale (AI Bas) per il controllo Hvac (Heating, ventilation & air conditioning) negli edifici commerciali. La tecnologia AI di base della startup si autogestisce e modella continuamente gli edifici, modificando le decisioni di controllo del sistema Hvac. Prevede quindi le situazioni future per fornire un ambiente interno pulito con emissioni di CO2 e sprechi energetici minimi. Inoltre, il cruscotto basato su cloud di Dabbel semplifica il monitoraggio dei processi degli edifici e riduce i problemi tecnici e le spese operative.

Energia verde

La startup tedesca Marvel Fusion genera energia rinnovabile sfruttando la fusione nucleare quantistica. Per indurre la fusione, la tecnologia brevettata dalla startup impiega l’interazione di impulsi laser ultracorti con pallet di combustibile a nanostruttura. Confina le particelle sfruttando la loro inerzia e depositando rapidamente energia laser sui nuclei prima che la struttura bersaglio si disintegri. Successivamente, un iniettore invia un nuovo pallet in modo sincrono alla camera del bersaglio per generare una potenza costante. Ciò consente di scalare la fusione nucleare e, di conseguenza, di creare energia a emissioni zero.

Produzione a basse emissioni di carbonio

La startup norvegese Heaten propone HeatBooster, un sistema di recupero del calore industriale. Si tratta di una pompa di calore ad alta temperatura con un meccanismo a pistone brevettato, che recupera il calore perso durante la combustione dei combustibili fossili. Ciò consente alle aziende di risparmiare energia durante le operazioni di riscaldamento come la compressione, l’essiccazione e la sbiancatura. Il sistema riduce la dipendenza dall’energia non rinnovabile proveniente dalla rete, riciclando l’energia e decarbonizzando così le operazioni industriali.

Telematica sostenibile

La startup tedesca Peregrine.ai utilizza la telematica video per mantenere veicoli e conducenti sicuri sulla strada. Vision Sdk, la soluzione della startup, valuta i dati sul traffico in tempo reale sui dispositivi degli utenti e memorizza solo quelli rilevanti per generare approfondimenti per le parti interessate. Inoltre, le immagini catturate sono rese anonime per proteggere la privacy dell’utente. Soprattutto, la tecnologia di Peregrine non solo riduce al minimo il numero di incidenti, ma fornisce anche percorsi ottimali, riducendo le emissioni di gas serra, grazie a un consumo di carburante sicuro ed efficiente.

Choudhury conclude: “Poiché i progetti ecologici e rispettosi del clima continuano a essere considerati prioritari dalle aziende e dai governi di tutto il mondo, il futuro del cleantech si prospetta luminoso”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.