Xiaomi

È stata presentata in occasione di Milano Design Week la nuova edizione dell’Environmental, social and governance (Esg) report di Xiaomi dedicato all’impegno del produttore di smartphone nei confronti della sostenibilità. L’evento, che si è svolto il 10 giugno, rientra nella cornice del Never Stop Caring, il concept pensato da Casa Lago, luogo dove si è svolto il talk, che Xiaomi abbraccia attraverso tre appuntamenti che, grazie al contributo di diversi ospiti autorevoli, esplorano l’importanza di prendersi cura del Pianeta, delle persone e dei prodotti in ottica di circular economy.

Xiaomi per l’economia circolare

Il talk è stata anche l’occasione per offrire una panoramica attuale sulla relazione tra attività e sostenibilità, per ripercorrere l’impegno dell’azienda tecnologica su questo tema dal suo arrivo in Italia ad oggi.

In particolare, il report è una vera e propria rilettura formativa dell’Agenda 2030 in favore dell’economia circolare e dello sviluppo sostenibile. Il documento, contenente gli obiettivi che l’azienda si è prefissata, analizza le tappe di percorso e il rapporto tra uomo e ambiente, mettendo in evidenza temi come l’impatto ambientale dei prodotti, il riciclo e il recupero.

Leggi anche Economia circolare: cresce in Italia il mercato dei ricondizionati

Packaging, materiali, efficienza energetica

Dal report emerge come Xiaomi si sta focalizzando soprattutto su tre impegni:

  • packaging: nel 2021 l’azienda ha riutilizzato circa 6 milioni di cartone da imballaggio post-consumo e ridotto la plastica per prodotti come bollitore e purificatore d’aria, rispettivamente di 180g e 60g per unità, merito della sostituzione del poliestere con cartone. L’imballaggio privo di plastica è stato applicato al 90% dei nuovi prodotti IoT di piccole dimensioni.
  • materiali: il costante lavoro di ricerca dell’azienda ha portato a significative innovazioni nell’ambito dei materiali utilizzati. Come, ad esempio, l’adozione di resine bio-based per la realizzazione del 40% delle parti in plastica o per rear-cover realizzata in basf aptex, un poliuretano a basse emissioni che nel suo ciclo di vita consuma -20% di energia, -15% acqua, -20% Ghg. Ancora, la nuova base di appoggio di Xiaomi TV utilizza alluminio riciclato per il 30% del peso mentre il depuratore d’aria ha integrato quattro filtri in due, riducendo l’annuale consumo di imballaggi in plastica di circa 98 tonnellate.
  • efficienza energetica e ciclo di vita: il sistema operativo (Os) Miui 12 è stato aggiornato con la modalità bilanciata, sotto la quale la batteria può durare per altri 47 minuti per ricarica. Abilita anche l’adaptive screen refresh rate in vari scenari, estendendo il tempo di utilizzo fino a 21 minuti. Inoltre, il system on chip (Soc) è stato aggiornato da 7 nanometri a 5 nanometri aumentando di circa 30% efficienza energetica. Infine, il display è stato realizzato in ossido policristallino a bassa temperatura (Ltpo) che riduce i consumi di energia di circa il 25%.

Leggi anche Italia prima in Europa per l’economia circolare

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.