rinnovabili

Anie Rinnovabili, aderente a Confindustria, ha riconfermato presidente per il biennio 2022-2024 Alberto Pinori. Dopo un primo mandato dedicato all’elaborazione di una strategia per l’indipendenza energetica del Paese, compatibile con l’ambiente e basata sulle fonti elettriche green e sull’efficienza delle risorse rinnovabili disponibili, Pinori guiderà il settore in Anie in un contesto che rende il progetto una priorità per il sistema Paese.

Leggi anche Rinnovabili: l’annoso problema tra impianti e Soprintendenze

Rinnovabili: un’Italia di sole di vento

Secondo Pinori, la strada dell’indipendenza energetica è centrale per le esigenze dell’Italia, “che è a tutti gli effetti una miniera di sole e vento. Ora che la transizione energetica è entrata in una fase cruciale, perché nei prossimi anni il mix energetico passerà dal 38% al 70% da fonti rinnovabili, fondamentali saranno le tecnologie di accumulo, eolico e fotovoltaico”, afferma nella nota stampa.

Sono stati nominati tre vicepresidenti a cui sono state assegnate le deleghe su ciascuna tecnologia.

Leggi anche Energia: nel primo trimestre crescono consumi ed emissioni, decrescono le rinnovabili

“Fondamentali le tecnologie di accumulo”

La delega al fotovoltaico è stata affidata a Franco Citron, secondo il quale “sarà importante delineare una strategia di sviluppo degli impianti fotovoltaici nella loro segmentazione (residenziale, commerciale, industriale ed utility scale) e promuovere le nuove configurazioni delle comunità energetiche e dell’agro fotovoltaico, sottolinea nella nota.

L’eolico sarà l’impegno per Filippo Solci, che punta sulla tecnologia onshore ed offshore nel suo “ruolo importante nel mix energetico e nell’offerta dei servizi di dispacciamento.

La delega ai sistemi di accumulo è stata attribuita a Vincenzo Ferreri, consapevole che saranno fondamentali per “gestire l’intermittenza delle fonti rinnovabili e garantire anche quei servizi di rete necessari al funzionamento del sistema elettrico nazionale, conclude la nota.

Leggi anche Fit for 55: Consiglio EU punta obiettivi più ambiziosi su rinnovabili

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.