Lo scorso 22 novembre nel corso della Conferenza Unificata Stato-Regioni è stata raggiunta l’intesa sullo schema di decreto che prevede l’approvazione del piano di interventi per il contenimento e l’abbattimento del rumore dell’aeroporto “Pastine” di Ciampino. Sarebbe il primo piano predisposto in Italia ai sensi della legge quadro sull’inquinamento acustico.

Misure previste

Lo schema di decreto prevede che sia il gestore dell’aeroporto, in questo caso Aeroporti di Roma SpA, a realizzare gli interventi di abbattimento dell’inquinamento acustico entro novembre 2020. In particolare, sono previsti:

  • la riduzione delle operazioni di volo dell’aeroporto;
  • l’adozione di aeroporti con prestazioni acustiche migliori dei velivoli operanti;
  • la cancellazione dei voli notturni tra le 23.00 e le 6.00;
  • interventi di risanamento acustico sulle scuole.

L’intesa fa seguito all’attività istruttoria condotta dal MinAmbiente, col supporto tecnico dell’Ispra e dell’Arpa Lazio, e punta, da un lato, a garantire il rispetto delle norme e, dall’altro, a tutelare la salute della popolazione esposta all’impatto acustico frutto dell’esercizio infrastrutturale.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.