idrogeno verde

La Green hydrogen valley della Puglia, una delle prime iniziative per la produzione e il trasporto di idrogeno verde su larga scala in Italia, sta diventando realtà. A promuoverlo Edison, Snam, Saipem e Alboran Hydrogen che ieri, 14 settembre, hanno suggellato l’accordo con un protocollo d’impresa. Il progetto ha l’obiettivo di contribuire ad accelerare la spinta verso la strategia di decarbonizzazione e alla road map del mix energetico nazionale.

L’accordo per lo sviluppo del progetto

I tre impianti di produzione dell’idrogeno verde sorgeranno a Brindisi, Taranto e Cerignola (Foggia). Il distretto avrà una capacità complessiva di 220 MW e sarà alimentato da una produzione fotovoltaica per una potenza totale di 380 MW. Si stima che, una volta a regime, sarà in grado di produrre fino a circa 300 milioni di metri cubi di idrogeno rinnovabile all’anno. 

Le quattro aziende ora puntano a dare lo scatto necessario a rendere la Green hydrogen valley un traino reale agli obiettivi di neutralità climatica al 2050. L’idrogeno verde sarà destinato principalmente all’utilizzo da parte delle industrie presenti nelle aree, anche attraverso l’iniezione nella rete del gas locale di Snam oppure, in alternativa, verrà impiegato nella mobilità sostenibile.

Quanto allo stato di avanzamento dei tre stabilimenti, quello ubicato a Brindisi ha già avviato l’iter autorizzativo. Prevede la realizzazione di un impianto di produzione di idrogeno verde mediante elettrolizzatori con una capacità di 60 MW alimentati da un campo fotovoltaico dedicato.

Leggi anche Il contributo dell’Enea nella crescita della filiera idrogeno in Italia

Idrogeno verde per imprese locali e professioni strategiche

L’intero progetto della Green Hydrogen Valley consentirà di valorizzare e coinvolgere anche importanti realtà regionali, tra cui l’Acquedotto pugliese, le ferrovie Appulo Lucane, i distretti tecnologici e produttivi pugliesi, insieme al mondo accademico con il politecnico di Bari e le università di Bari, di Foggia e del Salento.

L’intesa raggiunta costituisce una tappa fondamentale per avviare una vera e propria industria dell’idrogeno nel Paese, mobilitando investimenti in ricerca e sviluppo per la nascita di una filiera italiana, creando nuove opportunità in termini di occupazione e competenze anche nel campo della mobilità sostenibile.

Leggi anche Idrogeno verde per porti e trasporto marittimo: accordo Fincantieri ed Enel green power Italia

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.