intelligenza artificialeIdentificazione in tempo reale dei rifiuti, raccolta di informazioni sulla sporcizia nelle strade e ottimizzazione dei percorsi di pulizia al fine di valutare la frequenza dei servizi per ogni singola via della città. Sono questi i principali vantaggi legati all’utilizzo dell’intelligenza artificiale nel settore dei rifiuti secondo quanto emerso da uno studio realizzato dai ricercatori del Signal Processing Laboratory dell’Ecole Polytechnique Federale de Losanna. Gli studiosi menzionano in particolare le potenzialità di telecamere HD intelligenti installate su veicoli stradali e collegate a un software. Un sistema in grado di gestire dati in tempo reale per introdurre una maggiore efficienza nei processi di raccolta.

Un algoritmo per identificare i rifiuti

rifiuti urbani
Foto presa dal sito dell’Ecole Polytechnique Federale de Losanna

Grazie a un particolare algoritmo i ricercatori hanno potuto identificare 25 tipi di rifiuti che si possono trovare per terra tra cui mozziconi di sigarette, giornali, bottiglie di plastica.  Il software riesce a individuarli e a classificare ogni singolo rifiuto in una categoria specifica. Stiamo arricchendo il nostro database di apprendimento che renderà il nostro sistema ancora più efficiente. Le autorità saranno in grado di decidere quali categorie desiderano includere o meno, a seconda di cosa considerano come rifiuto”, ha spiegato il co-autore dello studio, Mohammad Saeed Rad sul sito dell’Ecole Polytechnique Federale de Losanna.

Applicazioni future dell’intelligenza artificiale

In futuro il metodo potrebbe essere adottato su altri dispositivi. In particolare, il prossimo step riguarda l’applicazione sulle biciclette per avere un quadro di zone non accessibili ai veicoli stradali per i rifiuti.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.