coronavirus calo emissioni

La riduzione delle emissioni è una delle sfide su cui si stanno concentrando gli sforzi globali, qui di seguito vediamo in particolare alcuni dati sul metano e una soluzione innovativa per potenziare il potere di assorbimento di CO2 delle colture.

Emissioni di metano: i dati

Secondo un recente studio le emissioni di metano sono aumentate del 9% in un decennio. Un trend legato dal continuo aumento del consumo energetico e alimentare. Si tratta di un dato importante se si pensa che questo gas riscalda il pianeta in modo molto più potente del biossido di carbonio.

Emissioni di metano, i dati su base geografica

Se il trend generale vede un aumento delle emissioni di metano, le situazioni su base territoriale sono invece diversificate. Africa, Cina e Asia, ad esempio, producono, ciascuno, 10-15 milioni di tonnellate all’anno. Gli Stati Uniti invece si attestano a circa 4-5 milioni di tonnellate. In Europa, unico caso, le emissioni di metano stanno invece diminuendo dal 2006. 

Una soluzione innovativa per ridurre le emissioni di CO2

Passando invece alle emissioni di CO2, un team di scienziati ha trovato una soluzione per aumentare in modo rilevante la capacità delle colture di assorbire CO2. Nello specifico si tratta dell’aggiunta di polvere di roccia frantumata, usata per innescare una reazione che vede i minerali nei piccoli frammenti di roccia legarsi chimicamente con la CO2 raccolta naturalmente dall’acqua piovana.

2 mln di ton di CO2 in meno

Se questo sistema fosse applicato in tutto il mondo si potrebbero rimuovere 2 miliardi di tonnellate di CO2 ogni anno.

“Un approccio pratico alle emissioni”

“Diffondere la polvere di roccia sui terreni agricoli è un approccio pratico e diretto alla riduzione delle emissioni di CO2, con il potenziale per aumentare la salute del suolo e la produzione alimentare”, spiega David Beerling , direttore del Centro di mitigazione dei cambiamenti climatici di Leverhulme presso l’università di Sheffield nel Regno Unito.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.