trasferimento tecnologico
La startup del gruppo Top Form, Natur Essence, ha firmato un protocollo d’intesa con la regione Toscana per trasferire tecnologie innovative al settore industriale. La Regione vuole così supportare chi fa ricerca a trovare eventuali partner industriali che possano svilupparla.

“Avevamo bisogno di nuove soluzioni”, spiega in una nota stampa l’ingegnere Fabio Cervelli, responsabile scientifico e autore di tutti i brevetti alla base delle nuove tecnologie green di Top Form e Natur Essence, “per realizzare impianti carbon neutral per la coltivazione di microalghe, come la spirulina con la quale realizziamo anche una serie di integratori nutraceutici. Così sono nate le nuove batterie, la cella per l’idrogeno verde, i sanificatori ed i cogeneratori insieme a tante altre idee per i nostri fotobioreattori a ciclo chiuso gestiti da sistemi di intelligenza artificiale”.

La batteria elettrica green e altre tecnologie innovative

La batteria elettrica prodotta in Toscana ha una serie di vantaggi rispetto a quella al litio: è più leggera, più piccola e si ricarica più velocemente, nondimeno è composta di cellulosa e alluminio riciclati e a sua volta riciclabili. Ovviamente è più economica: “A parità di peso – spiega Cervelli – le nostre batterie sono almeno tre volte più potenti. A parità di potenza, le dimensioni si riducono ad un quarto circa. In più, nel caso delle auto, la ricarica veloce alle colonnine fast si potrebbe fare in meno di 10 minuti”.

Per Nature Essence, Top Form ha realizzato degli impianti di coltivazione di microalghe per uso alimentare, nutraceutico, farmaceutico e cosmetico grazie a un sistema di fotobioreattori e led, gestiti da intelligenza artificiale. Questi impianti di coltivazione sono in grado di assorbire centinaia di migliaia di tonnellate all’anno di gas serra. Inoltre, dalle microalghe si ricavano bioplastiche ed anche altri materiali ecosostenibili.
L’azienda ha realizzato anche un sistema di sanificazione dell’aria, sempre attraverso l’intelligenza artificiale, che garantisce un controllo continuo dell’aria.

Infine, l’azienda ha realizzato un sistema elettronico digitale che riesce a ricavare idrogeno verde dall’acqua. Questo sistema permette di produrre idrogeno a pressione ambiente, integrando i combustibili fossili in co-generatori e abbattendo le emissioni in atmosfera.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.