acque reflueIl presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia e i rappresentanti del Gruppo Suez hanno inaugurato oggi l’impianto di Napoli Cuma per la depurazione delle acque reflue. Ha inoltre preso il via un’ulteriore fase di collaborazione tra i promotori dell’iniziativa, dopo il primo step avviato a maggio 2017.

Acque reflue, impianto garantisce trattamento di 1,2 mln di abitanti equivalenti

Suez, accanto al suo partner industriale Impresa Pizzarotti ha in primo luogo realizzato la rifunzionalizzazione della stazione di depurazione di Napoli Cuma. Il tutto “garantendo il trattamento delle acque reflue pari a 1,2 milioni di abitanti equivalenti.”

Tecnologie innovative per l’impianto di depurazione delle acque reflue

Suez ha implementato tecnologie innovative con un impatto positivo sulla qualità delle acque del litorale e sull’ambiente costiero. Garantendo un effluente in uscita dall’impianto con concentrazioni di inquinanti almeno 3 volte inferiori ai limiti di legge. Il nuovo impianto permetterà inoltre la riduzione dell’impronta energetica. Il tutto mediante la valorizzazione dei fanghi e la cogenerazione con recupero del calore”.

“Orgogliosi di inaugurare questo ambizioso progetto”

“In collaborazione con le autorità locali e regionali, Suez ha messo a disposizione squadre e know-how altamente professionali. Elementi che garantiscono inoltre le prestazioni tecniche ed ambientali degli impianti. Siamo oggi orgogliosi di inaugurare con la regione Campania questo ambizioso progetto. Un’iniziativa volta a contribuire al miglioramento della qualità di vita dei cittadini e delle acque di balneazione del golfo di Napoli”, commenta in nota Aurelia Carrere, amministratore delegato di Suez in Italia.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.