Elettrodomestici E1531474391136Il comparto degli elettrodomestici si caratterizza, nel 2019, per numeri in aumento e per una crescente attenzione ai temi della sostenibilità ambientale. E’ quanto emerge dai dati di Applia Italia, associazione che riunisce le imprese del settore degli apparecchi domestici e professionali nel nostro Paese.

La collaborazione con Adiconsum

I temi green sono al centro della collaborazione di Applia con Adiconsum. In particolare, tra i focus del percorso condiviso dalle due realtà ci sono i temi della durabilty, del food preservation e del corretto smaltimento dei Raee.

L’intento delle iniziative promosse dalle due associazioni è quello di far comprendere in maniera corretta queste tematiche, fornire il giusto rilievo al consumatore e operare con norme e disposizioni chiare. Il tutto favorendo il buon uso degli elettrodomestici, il risparmio di energia e acqua, una corretta riparazione e manutenzione degli apparecchi e la lotta allo spreco di cibo.

Per quanto concerne i Raee – sottolinea in una nota il direttore generale di Applia Italia, Marco Imparatoentro giugno 2020 si prospetta l’effettivo recepimento delle nuove direttive rifiuti, che avrà, tra gli altri aspetti, un focus particolare sull’impegno sempre più rilevante dei produttori. Da sempre sensibile sull’essenzialità di tale argomento, l’industria degli apparecchi domestici e professionali è pronta a giocare un ruolo di primo piano, fornendo il proprio contributo necessario per raggiungere i target di recupero indicati dall’Europa. Tuttavia, deve esserci trasparenza comunicativa ed il coinvolgimento di tutti gli attori della filiera: il solo impegno del produttore, senza un’azione efficace di distribuzione, aziende della raccolta, municipalità, istituzioni e consumatori, non porterà ai risultati sperati. Il raggiungimento dei target non può che essere una responsabilità collettiva. Sempre più importanti, l’informazione e una piena consapevolezza del consumatore; in questo senso riteniamo che sia essenziale rendere visibile al pubblico il cosiddetto eco-contributo, ossia il contributo richiesto per la corretta gestione dei rifiuti”.

L’Italia è in ritardo sugli obiettivi dell’Agenda 2030 – sottolinea in nota Andrea Di Palma, segretario nazionale Adiconsum ed è verosimile che risultati soddisfacenti non siano conseguibili senza un adeguato contributo dei cittadini, degli operatori economici e delle istituzioni a tutti i livelli, che devono impegnarsi in un dialogo sistematico e onesto, assumendo ciascuno quella quota di responsabilità e di impegno che è necessaria.”

Etichette energetiche, in campagna di comunicazione

Applia Italia si sta occupando di un altro tema chiave per il comparto, quello dell’efficienza energetica. E’ infatti in fase di preparazione una campagna di informazione sulle etichette energetiche, che si concretizzerà nel prossimo anno, in modo che tutta la filiera sia pronta in vista dell’entrata in vigore della nuova versione dell’energy label (inizialmente prevista per frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie) a marzo 2021.

Il cambiamento è molto importante e complesso – si legge nella nota dell’associazione – bisogna fare attenzione affinché non sorgano equivoci nell’interpretazione delle nuove etichette. Applia Italia e le imprese associate stanno quindi collaborando per poter fornire tutti gli elementi necessari a supportare gli stakeholder coinvolti nella transizione e nella fase immediatamente successiva”.

Elettrodomestici1Grandi elettrodomestici

Al di là del focus green, il settore registra numeri positivi. Il segmento dei grandi elettrodomestici segna nel 2019 una crescita del +1,8% a unità e del 2,2% a valore. Entrando nel dettaglio delle famiglie di prodotto, il lavaggio (+2,9% a valore) cresce grazie ai prodotti con un tasso di penetrazione più basso come asciugatrici (+16,8%) e lavastoviglie (+3,1%). In calo invece le lavatrici (-2,3%), nonostante il fortissimo incremento mostrato nel 2019 da parte di segmenti quali lavatrici con capacità di carico 10 kg (+34%) e più in generale di lavatrici dotate di funzione vapore (+29%). In leggera contrazione il freddo (-0,1%) nonostante un’estate particolarmente torrida che ha influito positivamente sul picco di vendite stagionali. Ottima performance invece per il sottocomparto della cottura (+3,4%) trainata soprattutto dai forni (+4,6%) e dai piani cottura (+5,8%).

Piccoli elettrodomestici

Anche il segmento dei piccoli elettrodomestici registra una “crescita dinamica” nel 2019, spiega in nota l’associazione, che parla di “trend positivi sia a volume (+1,4%) che a valore (+6,3%)”. Nello specifico il comparto Casa si dimostra ancora una volta “il mercato trainante” grazie alla performance degli aspirapolvere (+7,3% a volume e +21,4% a valore), in particolar modo dai segmenti delle scope elettriche ricaricabili e dei robot.

Numeri in calo invece per ferri da stiro (-2,1% a volume; – 1,1% a valore) e prodotti per la pulizia a vapore che mostrano timidi segnali di positività solo a volume (+0,4%). Il comparto cucina mostra segnali di ripresa a volume (+2,0%), mentre il valore continua ad essere in calo (-0,7%). Numeri in salita per il comparto persona (+0,3% a volume, +4,4% a valore) deriva dall’ottima performance a valore (+16,2%) dei prodotti per la cura dei capelli, nello specifico sia degli asciugacapelli che dei modellatori per capelli.

Elettrodomestici2

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.