pavia

La fondazione per la Sostenibilità digitale e l’università degli studi di Pavia annunciano la nascita dell’insegnamento dedicato alla sostenibilità digitale nell’ambito del percorso in Sustainable management all’interno del corso di laurea magistrale in International business and entrepreneurship dell’ateneo pavese. Il corso partirà con il nuovo anno accademico 2022-2023.

Sostenibilità digitale in ottica sistemica

“Il corso introdurrà le basi della sostenibilità digitale in ottica sistemica, evidenziando le correlazioni tra la dimensione della trasformazione digitale e gli impatti su economia, ambiente e società”, spiega la nota stampa. Ma non solo, illustrerà anche come implementare le tecnologie disruptive “perché siano funzionali al perseguimento degli obiettivi di Agenda 2030, indicando, allo stesso tempo, come i criteri di sostenibilità possano rappresentare elementi guida nello sviluppo tecnologico”, viene evidenziato.

Leggi anche Biometano, nuovi sviluppi in agricoltura con la tecnologia digitale

Pavia: sviluppare la cultura manageriale

L’insegnamento si pone l’obiettivo di sviluppare una cultura manageriale orientata alla sostenibilità digitale e intende fornire una risposta valida alla necessità attuale di guardare alla trasformazione digitale come strumento di sviluppo: “Definisce il concetto di tecnologia per la sostenibilità, in cui si evidenziano gli impatti positivi della trasformazione digitale per il perseguimento degli obiettivi di sostenibilità, distinguendolo da quello di tecnologia sostenibile, dove invece si tendono ad enfatizzare prevalentemente gli impatti negativi della tecnologia”, chiarisce la nota.

Leggi anche Rivoluzionare la climatizzazione degli edifici con la tecnologia ecodigital

Tecnologia al servizio della sostenibilità

La vera sfida è dunque rendere la tecnologia un vero strumento al servizio della sostenibilità. È quanto afferma il presidente della fondazione per la Sostenibilità digitale, Stefano Epifani, incaricato dell’insegnamento: “Se la sostenibilità non entra nel modello di business delle organizzazioni non è sostenibilità. Se il digitale non è strumento trasformativo della catena del valore non produce reale innovazione.  La nuova classe dirigente deve comprendere il ruolo trasformativo della sostenibilità digitale in questo senso: il Mibe è il contesto ideale dove formarla”, conclude la nota stampa.

Leggi anche Tecnologia Rfid applicata al settore retail innova la supply chain

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.