biometano

Efficienza energetica e sostenibilità in agricoltura. Sono 1.000 gli ettari digitalizzati da inewa, la nuova Esco della rete europea Elevion group, grazie alla tecnologia di xFarm che ha sviluppato una piattaforma digitale per aiutare in modo semplice ed efficace gli agricoltori in ogni fase della produzione, dalla gestione delle colture food alla produzione di biometano.

Digitale in agricoltura

La tecnologia di xFarm consente di monitorare con precisione una serie di parametri agronomici, sulla base dei quali ottimizzare il processo di produzione. Grazie a sensori tecnologicamente avanzati è possibile, ad esempio, rilevare l’umidità del terreno, l’utilizzo della risorsa idrica, riducendo conseguentemente gli interventi particolarmente impattanti dal punto di vista ambientale.

I terreni coltivati sono dedicati a colture food destinate alla filiera alimentare e in seconda coltura alla produzione di sorgo e altre biomasse energetiche per alimentare gli impianti di inewa per la produzione di biogas e biometano. Questi vettori energetici vengono utilizzati per fornire ad aziende e industrie del territorio una fonte di energia rinnovabile e programmabile, da utilizzare per la produzione di energia o per l’autotrazione.

Leggi anche Dagli scarti dell’Aeroporto di Bologna biometano per il trasporto locale

Biometano e fornitura alle famiglie

Gli impianti di inewa sono alimentati principalmente con biomasse residuali da scarti di produzioni agricole food, biomasse vegetali dedicate per scopi energetici e reflui zootecnici di scarto da allevamenti locali del settore lattiero-caseario.

L’obiettivo è la riconversione degli impianti con il target di arrivare a produrre 1.000 smc/h di biometano entro la fine del 2022, sufficiente a garantire la fornitura di gas per un anno a 11.000 famiglie. Il sistema di upgrading degli impianti consentirà di ricavare biometano dal biogas con un processo di depurazione delle impurità, dell’umidità e della CO2.

Entro il 2023 si ipotizza di arrivare a triplicare la produzione grazie alla stipula di partnership con altre aziende agricole per l’approvvigionamento di biomasse residuali e l’acquisizione e la realizzazione di nuovi impianti.

Leggi anche Accordo Cib e Assocarta per sviluppo progetti di biometano

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.