“Dopo meno di un mese dalla pubblicazione della legge di bilancio che ne sanciva l’equiparazione ai velocipedi (bicilette ed e-bike) e quindi la circolazione sulle normali sedi stradali, sembra imminente un emendamento al decreto “Milleproroghe” per cambiare di nuovo la norma e reintrodurre il divieto di circolazione dei monopattini al di fuori delle zone pedonali (dove invece andrebbero comunque limitati nella loro velocità), delle piste ciclabili e nelle strade con velocità non superiori ai 30 km/h”.

E’ l’allarme lanciato oggi, con una nota stampa, dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, guidata dall’ex ministro dell’Ambiente Edo Ronchi, che parla di un emendamento che “starebbe circolando tra i politici di maggioranza all’interno del ministero dei Trasporti”.

“Le esperienze estere – prosegue la nota – ci dicono che i monopattini avranno un ruolo di primo piano nell’incoraggiare ulteriormente la tendenza della micromobilità condivisa, essenziale per la riduzione degli impatti ambientali della mobilità urbana”. La Fondazione cita i casi di Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Olanda, Portogallo, Spagna e Svezia.

Se proprio si dovessero apportare modifiche alla Legge di Bilancio, conclude la nota, sarà “essenziale mantenere saldo il principio che, nei centri abitati, i monopattini elettrici possano circolare dove può farlo una e-bike”. Elemento contenuto anche nel documento di posizione sul tema elaborato nel 2019 dall’Osservatorio sharing mobility e dagli operatori del settore a sostegno dell’equiparazione del monopattino alle due ruote elettriche.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.