mercato auto Anfia

L’indagine trimestrale Acea (The european automobile manufacturers’ association), sul mercato delle autovetture per tipologia di alimentazione si è basata sull’area europea (esclusa Malta), allargata all’Efta (European free trade Association) e al Regno Unito. 

Su questa indagine, l’Area studi e statistiche di Anfia ha svolto un focus di approfondimento da cui emerge che: per il periodo gennaio-giugno 2022, l’area analizzata conta circa 5,6 milioni nuove immatricolazioni, ovvero il 13,7% in meno rispetto allo stesso periodo del 2021.

Diminuiscono le auto a benzina immatricolate

Nei primi sei mesi del 2022, le immatricolazioni di auto a benzina registrano una riduzione del 22,1%. Si riducono anche le vendite per il diesel del 32,1%, mentre complessivamente, si registra una crescita del 5,3% delle autovetture ad alimentazione alternativa.

Durante lo stesso periodo, sono le Bev (Battery electric vehicle) a registrare la crescita più significativa, pari al +31,6%, seguite dalle auto a Gpl, +27,5%, e dalle ibride mild e full (+2,2%). 

In calo invece del 12%, per il secondo trimestre consecutivo, le Phev (Full hybrid electric vehicle), mentre calano significativamente le auto a metano del 59,3%.

immatricolazioni

Crescono i modelli elettrificati

Nei primi sei mesi del 2022, sono stati immatricolati per lo più modelli elettrificati, che registrano le seguenti quote di mercato: 20% per le ricaricabili, di cui l’11,6% sono anche elettriche e, l’8,4% Phev, mentre il 23,6% sono ibride tradizionali. 

Dunque, sono state immatricolate 2.443.880 vetture ibride ed elettriche, che rappresentano complessivamente il 43,7% del mercato. 

Le auto a gas naturale Ngv si riducono ancor più significativamente (0,2%, -0,2 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2021).

In aumento invece, le altre alimentazioni come Gpl ed etanolo che salgono al 2,4%. 

Benzina e diesel, con oltre 2 milioni e 866mila vetture registrate, perdono rispettivamente 4,1 e 4,5 punti percentuali ciascuna, rispetto al 2021, e scendono alla quota di mercato del 38,3% e del 15,5%. 

tipologia di alimentazione

 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.