Al Consumer Technologies Association (CES) 2018, appena concluso a Las Vegas, c’è stata grande attenzione sul tema della violazione delle auto connesse in rete.

“I veicoli connessi saranno la principale innovazione tecnologica del futuro che sconvolgerà il settore automotive”, commenta in una nota Michael Xie, Fondatore, Presidente e Chief Technology Officer di Fortinet. “Con mappatura 3D, elaborazione tramite sensori, integrazione di dispositivi smart, servizi su base cloud, reti LAN/CAN avanzate e guida autonoma a definire questo scenario i rischi cibernetici sono enormi. Inoltre, con la connessione di dispositivi IoT alla rete dell’auto per accedere a contenuti e applicazioni, la superficie di attacco è ancora più ampia. La sicurezza integrata è essenziale per la fiducia dei consumatori nelle auto connesse”.

La sicurezza nella comunicazione delle auto connesse

Una politica di sicurezza e protezione automatizzata nella propulsione e comunicazione delle auto conesse, incluso il modulo LTE, il modulo di comunicazione tra veicoli, il punto di accesso wireless, il modulo di controllo motore e altro: questi i punti di azione del “Fortinet Security Fabric”. Il sistema di protezione elaborato da Fortinet e Renesas è stato sperimentato su una  SoC R-Car H3 per dimostrare la possibilità di protezione nella comunicazione tra i domini, imponendo politiche che limitano l’accesso al fine di mitigare e controllare potenziali minacce cibernetiche.

Fortinet e Renesas hanno collaborato a un prototipo di soluzione di sicurezza che affronta i principali rischi di cybersicurezza dell’attuale architettura di rete delle auto connesse.

“Siamo entusiasti di collaborare con Renesas e presentare soluzioni di rete sicure che soddisfano le esigenze uniche dell’ambiente operativo automobilistico in evoluzione, in occasione del CES” ha dichiarato Xie.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.