aree verdi

È stata formalizzata il 9 giugno dagli assessori capitolini all’Agricoltura, Ambiente e Ciclo dei Rifiuti, Sabrina Alfonsi, al Decentramento, partecipazione e servizi al territorio per la città dei 15 minuti, Andrea Catarci, al Patrimonio e politiche abitative, Tobia Zevi, e dal presidente del Municipio III di Roma Capitale, Paolo Emilio Marchionne, l’atto con cui vengono consegnate 85 aree verdi tra parchi, giardini, aiuole anche di piazze e strade per il conferimento alle competenze municipali della gestione e manutenzione del verde orizzontale e delle aree ludiche.

L’estensione totale delle aree assegnate è di circa 424mila mq. Il provvedimento viene sostenuto con un finanziamento di circa 683mila euro/anno.

Aree verdi a Roma: assegnati 424 mq

Il Municipio III fa dunque da apripista al piano di decentramento amministrativo per la gestione delle aree verdi sotto i 20.000 mq come previsto dalla deliberazione della Giunta capitolina n.361 del 21 dicembre 2021.

Tra le aree di maggiore estensione e frequentazione, ubicate nei diversi quadranti del Municipio sono incluse:

  • Parco di Castel Giubileo dove sono previsti la realizzazione di un playground e il rifacimento dell’area ludica;
  • Parco Angelo Musco dove è prevista la realizzazione di un playground e la riqualificazione dell’area verde;
  • Parco Dei Sassi dove, oltre alla manutenzione del parco, è previsto un intervento per la presa in carico e riqualificazione della struttura dell’ex chiosco da destinare a punto ristoro la cui gestione verrà probabilmente affidata attraverso un bando ad associazioni di quartiere o del terzo settore;
  • Parco della Cecchina;
  • Parco Via Valsolda, snodo della ciclopedonale dell’Aniene, dove sono previsti interventi di riqualificazione del verde e di ripavimentazione;
  • Area verde Passo del Turchino dove è prevista la ristrutturazione dell’area ludica.

Leggi anche Aree protette itineranti per tutelare la biodiversità

Piano di decentramento capitolino

Il piano di decentramento, che prevede l’assegnazione di aree verdi per un’estensione complessiva di oltre 6 milioni di mq, verrà applicato a tutti i Municipi. Per la sua attuazione sono stati già assegnati ai bilanci municipali circa 4 milioni di euro, a cui si aggiunge uno stanziamento di ulteriori 5 milioni: “Diamo forza ed efficacia ad una vera politica di decentramento trasferendo poteri e risorse dal bilancio capitolino a quello dei Municipi”, dichiara nella nota stampa l’assessora Sabrina Alfonsi.

La consegna delle prime aree verdi al Municipio III rappresenta “una tappa importante del percorso che abbiamo avviato a Roma per rimettere in moto la macchina del decentramento infracomunale, all’insegna della razionalizzazione delle funzioni e della distribuzione di risorse economiche, umane e strumentali per valorizzare le 15 municipalità”, dichiara l’assessore Andrea Catarci, aggiungendo: “Un processo che guarda all’obiettivo di più lungo periodo di riscrittura complessiva di un Regolamento del Decentramento di quasi 22 anni fa e di maggiore autonomia nella gestione del bilancio da parte dei Municipi.

Avere la competenza diretta su 85 aree verdi vuol dire “incidere direttamente sulla qualità della vita di migliaia di persone e su spazi pubblici fruibili e di qualità in ogni quartiere, garantirne la manutenzione e il miglioramento progressivo, attraverso la partecipazione attiva della cittadinanza, sottolinea nella nota il presidente del Municipio III, Paolo Marchionne.

Leggi anche Dal Pnrr 140 progetti di sviluppo sostenibile per le “Isole verdi”

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.