Engie acquisisce la rete di teleriscaldamento di Corsico (MI)

L'intenzione dell'azienda è potenziarla a 40Gwh rispetto i 15 attuali

442
ATECC_09 teleriscaldamento di Corsico
Centrale di cogenerazione della rete di proprietà Atecc

Engie Italia, acquisisce la rete di teleriscaldamento di Corsico (Milano) che serve circa 1.600 abitanti con 15 GWh di energia all’anno.

Si tratta di una infrastruttura lunga 6 km che fornisce calore a 27 edifici privati e pubblici, tra cui la sede del Municipio e tre scuole.

La rete di teleriscaldamento di Corsico permette attraverso la delocalizzazione della fonte energetica di evitare 830 tonnellate di CO2 all’anno e di ridurre del 20% delle emissioni di agenti inquinanti (CO2 e NOx) rispetto ai sistemi di riscaldamento tradizionali.

ponte Burgo-piazza CerviTeleriscaldamento
Un’immagine di un quartiere allacciato alla rete

Un approccio all’energia che secondo il sindaco di Corsico, Stefano Ventura può guardare a possibili estensioni sul territorio anche con il supporto dell’istituzione: “Noi saremo parte attiva e agevoleremo la diffusione del teleriscaldamento, perché è un’occasione per favorire la diffusione di energia decarbonizzata. Non mancheranno i nostri controlli anche sul contenimento delle tariffe”.

“Siamo il terzo operatore in Italia nel settore e vogliamo gestire la rete mettendo al servizio della cittadinanza la nostra competenza. Ciò significa impegnarci nel migliorare il servizio reso ai clienti e soprattutto il dialogo con gli stessi. Abbiamo già attivato un numero verde, attivo 24h/24, 7gg/7, per le richieste di pronto intervento e per la segnalazione dei guasti. Abbiamo avviato, altresì, degli studi per valutare la possibile realizzazione di centrali di backup, al fine di garantire la continuità del nostro servizio, essenziale per la qualità della vita dei cittadini,” spiega Matthieu Bonvoisin, direttore district heating & power di Engie Italia.

Prossimi sviluppi per la rete di teleriscaldamento di Corsico

Con questa acquisizione Engie arriva a 15 reti all’attivo, di cui 5 in Lombardia (Lonato del Garda, Segrate, Sedrina, Cinisello Balsamo e Corsico) e circa 130.000 cittadini serviti. ma l’interesse dell’azienda guarda anche oltre “Nel medio-lungo termine, vogliamo sviluppare la rete, la quale ha un potenziale di oltre 40 GWh di energia distribuita, rispetto agli attuali 15 GWh.  Engie desidera non essere solo un fornitore di calore, ma un interlocutore capace di essere vicino alla comunità, per rendere la città sempre più decarbonizzata, sostenibile e efficiente.

Come nuovo proprietario e gestore della rete di teleriscaldamento di Corsico, Engie fornirà anche il gas alla centrale di cogenerazione della rete, di proprietà Atecc.

Leggi anche: “Teleriscaldamento, l’economia circolare del calore”

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.