Teleriscaldamento, l’economia circolare del calore

Il presidente di Airu Lorenzo Spadoni, spiega come i certificati bianchi potrebbero tornare a valorizzare l'efficacia delle tecnologia

662

Il teleriscaldamento è una tecnologia che permette di riutilizzare calore e trasformarlo in energia. Un sistema efficiente che consente di recuperare calore altrimenti, disperso da diverse tipologie di attività produttive e rinnovabile “uno strumento potente per portare calore efficiente nelle città, soprattutto densamente popolate“, spiega a Canale energia il presidente di Airu Lorenzo Spadoni, incontrato a margine della giornata dedicata dagli Amici della Terra a questo tema, nel corso della XII Conferenza nazionale per l’efficienza energetica.

Una tecnologia poco usata in Italia rispetto al suo potenziale come dimostra uno studio realizzato dal politecnico di Milano e il politecnico di Torino. Per dirla in numeri, dagli studi dei due Politecnici, emerge che se maggiormente applicato il teleriscaldamento permetterebbe di sostituirsi a un settore che usa molto i combustibili fossili, riducendo le emissioni al pari di: “togliere dalla circolazione 4 milioni di autovetture”.

Il ruolo penalizzante della normativa

Una tecnologia, come emerso anche nel corso dell’evento degli Amici della Terra, che non riesce a essere valorizzata: “l’evoluzione normativa degli ultimi anni è stata estremamente penalizzante, un ultimo esempio è il Superbonus. Auspichiamo che la legge di bilancio posa agire in modo correttivo in tal senso.

Un segnale “non coerente” rispetto gli obiettivi della transizione energetica. “Nel 2015 il meccanismo dei certificati bianchi è stato modificato in modo importante e la sua efficacia è venuta meno, rispetto ai progetti dei teleriscaldamento, un fatto che è evidente dai dati degli ultimi 5 anni del settore. E’ in costante rallentamento”.

La proposta di Airu

“Abbiamo fatto una proposta, mandata al Gse e al Mise, per la reintroduzione del meccanismo dei certificati bianchi per il teleriscaldamento, basandosi sulla valorizzazione delle esternalità ambientali positive sia in termini di efficienza energetica e lotta all’inquinamento e alla CO2”. 

“Il teleriscaldamento moderno è basato sul recupero del calore ovunque ce ne sia” per questo fare rete sul territorio è fondamentale. Le “connessioni” e la “pianificazione” sono al centro dell’efficacia di questa tecnologia.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Agnese Cecchini
Giornalista, video maker, sviluppo format su più mezzi (se in contemporanea meglio). Si occupa di energia dal 2009, mantenendo sempre vivi i suoi interessi che navigano tra cinema, fotografia, marketing, viaggi e... buona cucina. Direttore di Canale Energia; e7, il settimanale di QE ed è il direttore editoriale del Gruppo Italia Energia dal 2014.