Nuovo campus della Franklin University Switzerland di Lugano
Nuovo campus della Franklin university Switzerland di Lugano

Architettura permeabile e aperta al contesto urbano, capace di offrire alla comunità funzioni pubbliche, oltre che un nuovo punto di riferimento orientato alla sostenibilità, è questa è l’idea sottesa all’edificio che ospiterà il nuovo campus della Franklin university Switzerland (Fus) di Sorengo (Lugano). Università fondata nel 1969, è un istituto che offre un percorso educativo ispirato al modello americano e ospita quasi trecento studenti di oltre 50 Paesi. 

Progettato dallo studio Flaviano Capriotti Architetti, sarà ultimato nella primavera 2022 e rappresenterà un luogo di aggregazione per tutta la comunità, non solo per gli studenti. 

Il progetto

Giardini del campus
Giardini del campus

L’architettura è caratterizzata da due blocchi distinti uniti da viste prospettiche: un volume sarà dedicato agli spazi comuni ed educativi, l’altro alle residenze universitarie.

Non mancano gli spazi verdi dei giardini che completano il campus, ispirati ai paesaggi di Lugano. Lungo il percorso circondato da alberi, sono state pensate delle “garden rooms”: aree interamente circondate da piante, progettate per far godere appieno i suoi studenti dei benefici della natura. 

Le superfici sono semi trasparenti per far intravedere gli interni, inoltre il blocco residenziale, situato nel primo volume, è composto da superfici in cemento pigmentato e stampato che richiamano il colore del paesaggio alpino limitrofo. 

Il volume destinato agli spazi pubblici si caratterizza per la sua luminosità, costruito in U-glass satinato e semi trasparente, accoglierà al suo interno delle aule studio, uno spazio di aggregazione, degli uffici didattici e una sala multifunzionale. 

Il sistema fotovoltaico

L’edificio presenta il primo sistema fotovoltaico in Europa dotato di componenti che seguono l’orientamento del sole. Il meccanismo rende l’edificio più sostenibile e offre contemporaneamente ombra all’interno degli spazi, così da avere un maggior comfort termico e visivo. La parte destinata agli spazi comuni, sviluppata insieme alla Supsi (Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana), si inserisce nel complesso come una lanterna ed è rivestita da un sistema orientabile di lamelle fotovoltaiche bianche.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.