trasporto pubblicoSono state approvate il 31 agosto in Conferenza unificata con le regioni le “Linee guida” del trasporto pubblico proposte dal ministero dei Trasporti. Contengono le misure organizzative per il contenimento della diffusione del Covid-19 e le modalità di informazione agli utenti.

Cosa prevedono le Linee guida per il trasporto pubblico

Per favorire la ripresa ordinata dell’attività scolastica, economica e culturale del Paese, si legge nella nota stampa del Mit, ci sono alcune novità per aumentare la capienza e la frequenza dei mezzi garantendo la sicurezza dei passeggeri.

Criterio essenziale il ricambio dell’aria

I mezzi pubblici del trasporto locale, del trasporto ferroviario regionale e degli scuolabus potranno essere riempiti fino all’80%, considerando una riduzione dei posti in piedi rispetto a quelli seduti. Il ricambio dell’aria è condizione essenziale per il riempimento maggiore dei mezzi. Nei mezzi di superficie e metropolitani, specifica in nota il Mit, questo sarà garantito dall’apertura delle porte e dal funzionamento dell’impianto che preleva aria dall’esterno. Sui tram si terranno i finestrini aperti, almeno finché le temperature lo consentiranno.

Si potranno occupare più posti a bordo “esclusivamente nel caso in cui sia garantito un ricambio di aria e un suo filtraggio attraverso idonei strumenti di aerazione che siano preventivamente autorizzati dal Cts (Comitato tecnico scientifico ndr)”. Altra eccezione straordinaria per il riempimento pressoché totale dei mezzi è l’installazione di separazioni removibili tra i sedili. Mit, Inail e Istituto italiano di tecnologia stanno lavorando per individuare il materiale idoneo alla loro realizzazione. Le aziende potranno trovarlo in autonomia ma dovranno sottoporlo alla certificazione sanitaria del Cts.

Prolungamento e differenziazione orari di apertura

Sarà adottato il prolungamento e la differenziazione degli orari di apertura di uffici, esercizi commerciali, servizi pubblici e scuole di ogni ordine e grado per evitare rischi di aggregazione tra coloro che si spostano con l’auto privata o con i mezzi. Il Mit raccomanda l’uso dei mezzi di trasporto sostenibile, in primis la bicicletta, di cui è incentivato l’uso con il bonus mobilità.

Le autovetture a uso di terzi potranno essere destinate ai servizi di linea anche attraverso procedure semplificate per l’affidamento dei servizi, soprattutto durante le ore di punta.

Nella legge di Bilancio il governo conta di stanziare 200 milioni per le regioni e 150 per comuni e province in modo da garantire “i servizi aggiuntivi di trasporto ritenuti indispensabili per l’avvio dell’anno scolastico”, aggiunge la nota. Ai servizi aggiuntivi potranno essere destinate le risorse previste per colmare i mancati introiti delle aziende del Tpl.

Dispenser, comunicazioni e distanziamento

A queste disposizioni si aggiunge l’ormai consueto obbligo di installare dispenser per la distribuzione di soluzioni idroalcoliche e l’uso di forme di comunicazione al cittadino sull’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

Se le persone vivono nella stessa unità abitativa o intrattengono rapporti abituali non sarà indispensabile mantenere il metro di distanziamento. In fase di controlli è previsto il rilascio di una autodichiarazione.

Il Mit, infine, raccomanda l’uso dell’applicazione Immuni per il controllo della diffusione del virus.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.