Gli italiani alla guida sono allo stesso tempo i più perfezionisti e dinamici rispetto agli altri cittadini europei. A dirlo è Drive On”, l’analisi presentata da Shell e condotta da Kantar TNS, realtà mondiale specializzata nelle ricerche di mercato che ha confrontato il modo di rapportarsi con la guida di 9 paesi europei. Lo studio ha coinvolto un campione di 9.000 persone, composto da uomini e donne in età compresa tra i 25 e i 45 anni e provenienti da 9 Paesi europei: Italia, Regno Unito, Francia, Germania, Spagna, Paesi Bassi, Belgio, Turchia e Polonia.

Italiani, guidatori esperti e rigorosi

Dai dati del report emerge come il nostro Paese registri il segmento più rappresentativo nella categoria “esperto”, con una percentuale del 21,5%. L’identikit del cittadino italiano a bordo della sua auto delinea un guidatore “alla ricerca della perfezione, con particolari esigenze anche in termini di sicurezza e precisione nella gestione dei diversi momenti in cui ci si trova alla guida”, spiega una nota.
In particolare, tra le sensazioni più apprezzare nel nostro Paese c’è quella del pieno controllo e del massimo utilizzo di tutte le specifiche tecniche dell’auto.

Al volante siamo più dinamici 

Un’altra caratteristica che contraddistingue gli abitanti del Bel Paese quando sono al volante è la dinamicità. Rispetto agli altri 8 Paesi coinvolti nella ricerca, gli italiani hanno registrato su questo fronte una percentuale pari all’11,9%  rispetto a una media del 10,1%.
Questi automobilisti, secondo l’identikit tracciato dallo studio, sono guidatori piuttosto giovani (in media 37 anni, di cui il 64% è uomo e il 36% è donna) e amano l’adrenalina e in generale  esperienze che diano forti sensazioni.

Situazioni frequenti di guida

Tra le situazioni di guida più frequenti in cui gli automobilisti italiani sono coinvolti quando sono alla guida c’è il traffico (44% vs 26% della media europea).
A seguire troviamo il tragitto casa lavoro. 

Francesi esploratori

Dal sondaggio emerge inoltre come rispetto agli automobilisti europei, i francesi siano  connotati come gli esploratori. Sono guidatori che amano le occasioni in cui possono trovare e vedere luoghi nuovi. Il 32% degli automobilisti transalpini riferisce, infatti, di guidare piano durante l’attraversamento di nuovi luoghi in modo da poter ammirare il paesaggio. 

Spagnoli cortesi e tranquilli

Quelli spagnoli sono invece gli automobilisti più cortesi e tranquilli. Il 51% di loro si considera il perfetto automobilista urbano, rispettoso delle regole e degli altri. 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.