L’approvazione in Senato del DL Crisi aziendali, il via libera della Camera alla “legge salvamare” e l’audizione dell’Arera sul metodo tariffario nel settore rifiuti. Sono questi alcuni dei momenti che hanno scandito l’attività parlamentare, in tema di energia e ambiente, questa settimana.

SENATO

Aula

Approvato il Dl sulle crisi aziendali con novità su end of waste 

Nella seduta di mercoledì 23 ottobre  l’aula del Senato, con 168 voti favorevoli, ha dato il via libera, con voto di fiducia, al maxi-emendamento interamente sostitutivo del ddl di conversione del decreto-legge 3 settembre 2019, n. 101 (A.S. 1476) sulle disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali. Il testo scade il 3 novembre. Tra i vari emendamenti, approvati il 22 ottobre dalle commissione riunite X e XI, anche quello riguardante l’introduzione di una riduzione delle sanzioni Gse per gli incentivi alle rinnovabili e quello sulla cessazione della qualifica di rifiuto (end of waste).  Ora il testo è passato al vaglio della Camera, dove è stato assegnato, in sede referente, alla XI Commissione (Lavoro).

Sull’end of waste, in particolare, ha espresso soddisfazione, subito dopo il primo ok delle commissioni, Vilma Moronese (M5S), prima firmataria dell’emendamento, che, sul suo account Twitter ha parlato di “una nuova era del riciclo

Commissioni 

Affari costituzionali, audizione su tutela costituzionale dell’ambiente

Ambiente, avviato l’esame del ddl clima 

E’ stato avviato, martedì 22 ottobre, in Commissione Ambiente, l’esame, del ddl n. 1547 di conversione in legge del decreto-legge 14 ottobre 2019, n. 111, recante misure urgenti per il rispetto degli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE sulla qualità dell’aria e proroga del termine di cui all’articolo 48, commi 11 e 13, del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189 convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229. (Leggi il dossier).

CAMERA

Aula 

Via libera alla legge “salvamare” e a quella sulla sicurezza cibernetica

Giovedì 24 ottobre l’aula della Camera ha approvato la “legge salvamare”, ovvero il  disegno di di legge sulle disposizioni per il recupero dei rifiuti in mare e nelle acque interne e per la promozione dell’economia circolare. A ottenere il via libera dell’Assemblea è stato anche il disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 21 settembre 2019, n. 105, recante disposizioni urgenti in materia di perimetro di sicurezza nazionale cibernetica (C. 2100-A​). Ora i provvedimenti passeranno al vaglio del Senato. (guarda il video)

Commissioni

Finanze, audizione Arera su metodo tariffario nel settore rifiuti

Martedì 22 ottobre la Commissione Finanze della Camera ha svolto l’audizione del presidente dell’Autorità di regolazione per l’energia, reti e ambiente (Arera), Stefano Besseghini, in merito alla definizione del nuovo metodo tariffario per il settore dei rifiuti.

Ambiente, audizione ministra De Micheli

Martedì 22, la commissione ha svolto l’audizione della ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, sulle linee programmatiche del suo dicastero, limitatamente alle parti di competenza.

Attività Produttive, audizioni su Pniec

In commissione Attività Produttive sono proseguite le audizioni legate all’indagine conoscitiva sulle prospettive di attuazione e di adeguamento della Strategia energetica nazionale al Piano nazionale energia e clima per il 2030. Mercoledì sono stati ascoltati rappresentanti di Wwf Italia, Legambiente e Greenpeace Italia.

Commissioni bicamerali 

Rifiuti, audizione del comandante regionale della Gdf Sicilia, Rapanotti

La Commissione di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti ha sentito, in audizione, il comandante regionale della Guardia di finanza Sicilia, generale Riccardo Rapanotti, del comandante del Noe di Catania, tenente colonnello Michele Cannizzaro e del comandante interinale del Noe di Palermo, luogotenente Nunzio Sapuppo. (video).

Ultimo aggiornamento giovedì 24 ottobre ore 18:00

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.