Bonifiche, siglato accordo Ispra Unem

Si baserà su un modello di collaborazione pubblico/privato

181

bonifiche accordoSiglato l’accordo sulle bonifiche tra Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, Ispra, e Unione energie per la mobilità, Unem.

Un passo avanti nel superamento della logica command and control, dove ognuno, nel proprio ruolo, contribuisce alla crescita del Paese e dell’economia nazionale” come afferma in una nota Alessandro Bratti, direttore generale di Ispra, “che sancisce il confronto positivo tra pubblico e privato, tra autorità e stakeholder”.

L’obiettivo è portare innovazione tecnologica nelle attività di bonifica e di riqualificazione ambientale. Una collaborazione che “per la definizione e la diffusione dei migliori standard operativi per la riqualificazione ambientale del nostro settore” come sottolinea il Marina Barbanti direttore generale dell’Unem.

Cosa prevede l’accordo sulle bonifiche

L’accordo prevede, spiega la nota, in uno “scambio di esperienze reciproche per la sperimentazione in campo di nuove tecnologie di campionamento o bonifica sostenibili e attività di formazione comune sulla tutela ambientale”.

L’accordo sulle bonifiche rappresenta un test di collaborazione ibrida in parte già sperimentato dall’Unem nel 2019 con il progetto “Riqualificazione ambientale” in cui ricorda la Barbanti c’è stato “il coinvolgimento diretto di aziende operanti nelle aree di ingegneria ambientale, bonifica e riqualificazione dei siti contaminati e recupero di siti petroliferi”.  

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.