I consigli per ridurre consumi e sprechi di energia nel bilancio familiare

Monitorare il bilancio ed equilibrare le voci per abbassare le bollette

455

I consigli per ridurre consumi e sprechi di energia nel bilancio familiareEssere autonomi nella risoluzione delle piccole e grandi difficoltà quotidiane, specie quelle relative all’ambito domestico, è importante e anzi rappresenta una condizione essenziale per affrontare le sfide della routine nel mondo moderno. Tra i primi step per imparare a gestire e ridurre gli sprechi, senza dubbio c’è quello di strutturare un perfetto planning familiare. Al suo interno si dovranno andare a inserire tutte le varie voci sulle quali si potranno nel tempo operare accorgimenti, limature ed eventuali tagli. Il capitolo delle utenze domestiche riveste ovviamente un particolare rilievo nell’ambito del bilancio della famiglia.

Planning familiare: monitorare il bilancio ed equilibrare le voci

La maggior parte delle spese che compongono la contabilità di casa si ripete con una cadenza mensile, bimestrale o annuale. La periodicità mensile è caratteristica poi degli introiti, come lo stipendio e la pensione. Se c’è una spesa che può essere definita essenziale per ogni realtà domestica questa è di sicuro quella relativa al consumo di energia elettrica e gas. E’ anche vero che è proprio in questo contesto che si annidano spesso gli sprechi maggiori, per cui la cosa migliore da fare – innanzitutto – sarà andare su internet e capire come trovare l’offerta luce e gas con Facile.it più conveniente. Il web è infatti un contenitore di soluzioni relative a uno spettro infinito di situazioni. In questo caso si va in cerca delle tariffe più vantaggiose e calibrate sulle proprie necessità, per ottimizzare i consumi: si sceglierà tra quelle proposte l’offerta più interessante e il relativo fornitore.

Come inserire le voci di spesa e abbassare le bollette

Nel planning per gestire al meglio il bilancio familiare si dovranno archiviare, seguendo un ordine cronologico, tutte le varie spese. Oltre a bollette di luce e gas anche ricevute di spese mediche, pagamento affitto, assicurazioni e così via. La spese troppo piccole non sarà necessario documentarle tenendo gli scontrini: basterà inserire la relativa voce, per stilare un totale alla fine della mensilità. Sono disponibili su internet molti software per il bilancio familiare, così come le app dedicate (ma potreste sempre scegliere di usare la cara vecchia agenda di carta).

Per risparmiare sul riscaldamento si dovrà fare un utilizzo intelligente del relativo impianto, anche grazie agli ultimi ritrovati della domotica e della tecnologia. Ridurre la bolletta del gas è più semplice seguendo certe buone abitudini nella vita di tutti i giorni, come impostare il termostato sui 19-20 gradi: questa temperatura è la migliore per un comfort alto, in linea con l’intenzione di ridurre i consumi. Combattere la dispersione di calore è un’altra strada maestra buona per raggiungere il medesimo obiettivo: chiudete sempre finestre e porte quando volete scaldare un ambiente (altrimenti servirà un maggiore sforzo per arrivare a temperatura). Gestire in modo autonomo l’impianto, invece che con formule “condominiali”, consente di monitorare meglio i consumi. Infine, qualche consiglio per ridurre anche la bolletta dell’energia elettrica: sì a lampade Led e a basso consumo, così come ad elettrodomestici di classe energetica alta (costano di più ma poi la spesa si ammortizza). Evitate poi di mantenere in stand by quegli accessori – tv, pc, console videogiochi – che non state utilizzando. L’oggetto hi-tech che consuma di più se lasciato attivo? Il modem.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.