stoccaggi gas Regione Lombardia

La Giunta di Regione Lombardia ha approvato il programma delle opere di compensazione e riequilibrio ambientale, che saranno realizzate nei territori interessati da concessioni di stoccaggi di gas sotterraneo.

Sul territorio della Lombardia è allocato il 40% della capacità nazionale di gas, pari ad oltre 7.200 milioni di metri cubi standard per il 2022, su un totale nazionale di 17.800.

Cinque impianti di stoccaggio gas in esercizio

Sono ben cinque gli impianti di stoccaggio in esercizio: Brugherio (MB), Settala (MI), Bordolano, Sergnano e Ripalta in Provincia di Cremona.

L’assessore all’Ambiente e clima, Raffaele Cattaneo dichiara: “Il presente programma di interventi di compensazione e riequilibrio ambientale rappresenta il concreto risultato di una proficua collaborazione con i territori interessati, in collaborazione con Anci, che ha consentito di indirizzare le amministrazioni coinvolte verso una visione strategica e progettuale comune, in modo da favorire la mitigazione degli impianti di stoccaggio del gas naturale, favorendo la sicurezza e il corretto inserimento territoriale degli impianti di stoccaggio del gas naturale nel sottosuolo e nel contempo contribuendo in modo significativo agli obiettivi nazionali di sostenibilità e transizione energetica”.

Il presidente di Anci Lombardia, Mauro Guerra, ritiene che l’approvazione del programma di opere di compensazione ambientale per i Comuni impegnati nel rinnovo delle concessioni per lo stoccaggio del gas concretizzai l’impegno che questi si sono assunti nel corso degli anni per aiutare i territori a definire modalità e azioni capaci di assicurare un maggior livello di mitigazione della presenza di tali impianti.

“Il lavoro svolto con Regione Lombardia e con i Comuni interessati, afferma il presidente, dimostra la valenza del principio di positiva collaborazione tra livelli istituzionali, e proseguirà in questa nuova fase con la realizzazione delle opere di compensazione ambientale che, nelle quattro aree interessate, vedrà l’apertura di numerosi cantieri”.

Il recupero ambientale

La compensazione riconosciuta ai Comuni in cui sono presenti gli impianti di stoccaggio e a quelli interessati dalle concessioni di stoccaggio è finalizzata ad interventi di miglioramento e recupero ambientale del proprio territorio.

Le risorse ammontano a 8,7 milioni di euro che la Società italiana stoccaggi, Stogit, ha già provveduto ad erogare a Regione Lombardia, che a sua volta ha trasferito ad Anci, per poter attuare il programma.

Aumentare la sicurezza dei territori

All’interno del programma, la Regione prevede di integrare reti e attività di monitoraggio degli impianti di stoccaggio rispetto a quelli esistenti, in modo da accrescere la sicurezza dei territori e le attività di informazione ai cittadini, anche con un sito web appositamente implementato.

All’interno di questo percorso, Regione Lombardia ha identificato degli altri temi rilevanti su cui puntare, tra cui biodiversità, energia, rifiuti e bonifiche, e il riequilibrio modale attraverso la mobilità dolce e il trasporto su ferro.

Un altro ambito di compensazione, sarà quello di investire sull’estensione della rete ciclabile, in coerenza con il Programma regionale energia ambiente e clima (Preac).

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.