gasDal 31 luglio 2020 per 5 comuni della Sardegna parte la distribuzione del metano. 7000 famiglie residenti  a Quartu Sant’Elena, Monserrato, Quartucciu, Settimo San Pietro e Sinnai potranno rifornirsi di metano rigassificato.

Isgastrentatre realizza rete di distribuzione metano in Sardegna

Isgastrentatre spa, controllata di Conscoop, ha infatti realizzato nel territorio una rete di distribuzione che connette tra loro i comuni. Questa infrastruttura ha permesso di avviare, nel 2015, la distribuzione di aria propanata. E ora, a partire dal 31 luglio 2020, distribuirà in quella stessa rete il metano.

Metano rigassificato a Quartu

Il gas metano raggiungerà l’isola attraverso navi che lo trasporteranno in forma liquida (Gnl). Verrà poi rigassificato a Quartu Sant’Elena in un piccolo impianto con serbatoio da 60 metri cubi che sarà rifornito settimanalmente. L’impianto può essere rifornito più frequentemente, ipotizzando che in futuro possa crescere il territorio interessato a questo tipo di servizio”,  spiega una nota di Isgastrentatre.

 Risparmi in bolletta

Grazie a questa struttura, gli abitanti dei cinque comuni potranno risparmiare fin da subito nella bolletta del gas circa il 30%.

I partner di Isgastrentatre

Isgastrentatre è una controllata Conscoop (che ha sede a Forlì) e ha tra i partner il Banco di Sardegna e Italgas. Quest’ultima azienda opera in Sardegna in 17 dei 38 Bacini in cui l’isola è suddivisa, con un piano di investimenti di 500 milioni euro fino al 2025. Proprio Italgas, oggi detentore del 10% di Isgatrentatre, potrebbe acquisire il rimanente 90% al verificarsi di determinate condizioni, tra cui la conversione a gas naturale della rete di Isgastrentatre.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.