Ora legale dal 28 marzo, un risparmio per l’ambiente e i cittadini

I dati Terna

975
ora legale orologio terra ambiente
Foto di PIRO4D da Pixabay

Torna l’ora legale dal 28 marzo. Lo spostamento in avanti di un’ora delle lancette porterà vantaggi elettrici, ambientali ed economici sul Sistema Paese. Si tratta di 205 mila tonnellate CO2 in meno in atmosfera e un risparmio economico che nel 2020 è stato pari a circa 66 milioni di euro. Nel complesso secondo i dati Terna nel 2020 sono stati risparmiati 400 milioni di kWh equivalenti al consumo medio annuo di elettricità di circa 150 mila famiglie.

Dati dei consumi in parte condizionati dalla pandemia da Covid-19, che quest’anno potrebbero mostrare una risalita, ma che nel complesso hanno dimostrato vantaggi economici per il Sistema Paese nell’intervallo 2004 al 2020 di circa 10 miliardi di kilowattora risparmiati.

In media un costo in meno per i cittadini di circa 1 miliardo e 720 milioni di euro.

Per chi fosse curioso è possibile vedere dalla homepage del sito Terna la “curva di carico”, che rappresenta l’andamento del consumo di energia elettrica in Italia in tempo reale.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.