Startup E1543337724281Sono tante le startup italiane impegnate sul fronte green che riescono a trainare il dibattito social coinvolgendo e appassionando la rete. A rivelarlo i risultati della ricerca “Green conversation”, realizzata da Mimesi, del gruppo Dbinformation, e da Talent garden, piattaforma fisica di networking e formazione per l’innovazione digitale.

Attraverso la piattaforma Mimesi360, è stata analizzata, da aprile a settembre 2019, una fetta del mondo social/web/blog/forum in lingua italiana per capire i temi e le proposte green che hanno attirato maggiormente gli utenti. Sono stati rilevate 7 mila menzioni sulle start up che si occupano di progetti legati all’ambiente. Tra i 100 post più attrattivi, selezionati tramite l’insieme di like, commenti, condivisioni, mention, retweet, replies, favourites e views generati da ogni post su Facebook, Twitter, Instagram e YouTube, il 90% di quelli analizzati cita start up italiane oltre alle start up di Stati Uniti, Svezia ed Emirati Arabi Uniti. Tra queste c’è il sistema di monitoraggio e purificazione naturale dell’aria Natede, dotato di intelligenza artificiale, prodotto in Italia da Vitesy con il marchio di Laboratori Fabrici.

Coinvolgimento utenti

La ricerca ha rilevato un coinvolgimento degli utenti superiore alle aspettative: un’audience di 68.510.000 impressions con un tasso di engagement pari a 105.040 interazioni. Blog, Twitter e Facebook sono stati i social media dove si è rilevata maggiore attenzione ai temi ambientali con livelli di share, rispettivamente, del 59,16%, 25,5% e 10,15%. Su instagram il 3,98% dei post riguardanti le tematiche ambientali hanno ottenuto il 56,36% di engagement share.

Temi discussi

Ecosostenibilità, clima e stili di vita sono i temi più discussi sui social. Tra i macrotemi più attrattivi: la pulizia di mari, fiumi e laghi con 29.180 interazioni pari ad un engagement share del 27,78%; cambiamenti climatici con 15.170 interazioni, engagement share 14,44%, trainato dai fridays for futures; riciclo 13.750 interazioni, engagement share del 13,09%; qualità dell’aria con 13.410 interazioni, engagement share del 12,76%, tema sentito in modo particolare nei grandi centri urbani.

Scenario futuro

Le idee orientate all’etica, al sociale e all’ambiente rappresentano la sfida imprenditoriale del futuro. Su 10.075 start up innovative italiane ben 1.475 sono quelle che operano in ambito green (dati Registro Imprese).

“La sostenibilità per Talent Garden è un ambito dove l’innovazione è al servizio delle persone e del loro modo di vivere in una chiave green necessaria oggi alla sopravvivenza del Pianeta – dichiara Lorenzo Maternini, Vice president global sales & country manager Italy talent gardenNei nostri Campus sia in Italia che in Europa abbiamo molte realtà che si muovono in questa direzione perché il tema è un’urgenza condivisa e crediamo che l’innovazione digitale sia una leva fondamentale per sviluppare soluzioni”. 

Marina Bonomi, Amministratore delegato di Mimesi, dichiara: “La natura del servizio che offriamo alle aziende prevede un monitoraggio costante delle tematiche di attualità su tutti i media e ci ha permesso di sviluppare una certa sensibilità nel selezionare i trend più rilevanti. Riteniamo che la green economy sia un trend destinato a durare nel tempo, infatti l’aumento delle emissioni di gas-serra da fonti fossili di energia e dall’industria può essere fermato solo grazie allo sviluppo tecnologico e all’innovazione”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.