eolico

Edison ha inaugurato il 15 giugno scorso nuovo parco eolico a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, con una capacità di 45 MW di potenza complessiva ed è in grado di produrre energia rinnovabile per il fabbisogno energetico di circa 50.000 famiglie.

Fabbisogno energetico per 50.000 famiglie

Con 14 aerogeneratori tripala, l’impianto genera circa 125 GWh l’anno evitando l’emissione in aria di 52.000 tonnellate di CO2. I lavori di costruzione sono durati tre anni per oltre 112 mila ore lavorate.

Verso gli obiettivi di carbon neutrality, la società prevede di aumentare la propria potenza rinnovabile installata da 2 a 5 GW, attraverso investimenti per 3 miliardi di euro al 2030, di cui 300 milioni destinati alla Sicilia solo nel prossimo triennio. Nella mission aziendale, la Sicilia rappresenta infatti un territorio chiave. Tali investimenti saranno destinati alla realizzazione di due impianti eolici green-field da circa 65 MW e otto campi fotovoltaici da oltre 240 MW, tra cui gli impianti fotovoltaici nei comuni di Agira e di Aidone (entrambi nella provincia di Enna) attualmente in costruzione.

Leggi anche Eolico offshore galleggiante nel Golfo di Cagliari: partito il coinvolgimento dei territori

Eolico e solare: progetti di transizione ecologica

Il piano di crescita di Edison nelle rinnovabili prevede anche lo sviluppo di strumenti di flessibilità, come i pompaggi idroelettrici e le batterie d’accumulo, oltre alla produzione a gas di ultima generazione che, come comunica l’azienda nella nota stampa, “continuerà a rivestire un ruolo complementare supplendo all’intermittenza delle fonti rinnovabili non programmabili”.

Attualmente Edison ha un parco di generazione rinnovabile da 2,2 GW di potenza installata e ha presentato progetti e avviato iter autorizzativi in tutta Italia per lo sviluppo di ulteriori 1.500 MW, di cui 800 MW eolici e oltre 700 MW fotovoltaici, per un totale di 63 impianti tra green-field e integrali ricostruzioni. In particolare, nei prossimi quattro anni verranno realizzati progetti per oltre 1.300 MW nel sud Italia, più di 200 MW nel nord e nel centro del Paese.

Leggi anche Nel primo trimestre crescono fotovoltaico e idroelettrico mentre frena l’eolico

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.