solare

Si chiama Sion il primo veicolo elettrico solare e sbarcherà sul mercato nel 2023. Si potrà ricaricare tramite la tecnologia solare, prodotta con pannelli fotovoltaici integrati, e un sistema bidirezionale. La batteria raffreddata a liquido ha una capacità di 54 kWh che consente di percorrere fino a 305 km con una singola carica.

L’auto alimentata dall’energia solare

Le 248 celle solari integrate nella carrozzeria dell’auto possono aggiungere in media 112 km (fino a 245 km) a settimana di autonomia alla batteria. Questo vantaggio garantisce la piena autosufficienza sulle brevi e medie distanze. La tecnologia di ricarica bidirezionale consente di utilizzare l’auto come un vero e proprio accumulatore di energia mobile: l’energia immagazzinata può caricare o alimentare altri dispositivi elettronici (fino a 3,7 kW) o anche veicoli elettrici (fino a 11 kW). Per caricare la Sion all’80% occorrono circa 35 minuti in una stazione di ricarica rapida.

Una stazione di ricarica anche per la casa

Rispetto a un sistema di archiviazione domestico convenzionale, la batteria implementata nella vettura può immagazzinare fino a 10 volte in più energia rispetto ad altri dispositivi di accumulo simili. Sion è concepita come un accumulatore di energia decentralizzato a cui si può accedere sempre: la wallbox consente infatti di immagazzinare l’energia in eccesso dall’impianto fotovoltaico dell’auto per rifornire anche la casa.

L’azienda tedesca Sono Motors, che ha realizzato il prototipo, afferma che la potenza di picco di 1,1 MW fornita dalla 100 Sion è equivalente a quella creata da un grande impianto fotovoltaico delle dimensioni di circa due campi da calcio.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.