deutsche bank greenbondE.ON lancia una nuova tipologia di green bond che, primo in Unione europea, rispetta pienamente i criteri della tassonomia sulle attività economiche sostenibili e della bozza dei provvedimenti esecutivi.

I nuovi green bond di E.ON

In questo, dunque, si differenziano dai precedenti finanziamenti verdi pubblicati nel 2019, che già erano allineati con i cosiddetti Icma green bond principles, regole che stabiliscono lo standard per le obbligazioni verdi.

Reti energetiche e customer solutions sono i settori sui quali si concentrano i progetti che riceveranno i finanziamenti verdi di E.ON. Nel primo caso, includerà le sue reti elettriche tedesche e svedesi. Nel secondo, terrà conto delle soluzioni di cogenerazione ad alta efficienza già sviluppate per clienti industriali o comunali. In questo modo offrirà agli investitori l’opportunità di partecipare al (ri)finanziamento di progetti sostenibili del gruppo E.ON che sono conformi al green bond framework.

Il finanziamento verde rappresenta “un elemento centrale della propria strategia di finanziamento”, spiega in una nota stampa l’amministratore delegato di E.ON Marc Spieker. Questo lancio è “parte integrante del nostro mix di finanziamento anche in futuro”, prosegue, e con esso in futuro il gruppo punta a “coprire più del 50% del nostro fabbisogno annuale di finanziamento”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.