Illuminazione intelligente: alla base c’è l’unione tra pubblico e privato

635

MontecchioC’è un innovativo sistema di telecontrollo e telegestione per l’illuminazione pubblica alla base del premio “BEST PRACTICE PATRIMONI PUBBLICI 2017” vinto dal comune reggiano di Montecchio Emilia con il progetto “SMART LUX”  in occasione di Forum PA (Roma, 23-25 maggio).

I numeri del progetto “SMART LUX” 

Nello specifico, il progetto “SMART LUX” ha previsto la sostituzione di 2.400 punti luce con fonti di ultima generazione – 2000 a LED – che sono stati collegati a un sistema di gestione da remoto. L’iniziativa ha avuto un impatto importante in termini di efficientamento energetico, risparmio sui consumi e diminuzione delle emissioni inquinanti. Difatti, ha consentito di ridurre annualmente i consumi del 50%, di risparmiare il 65%, pari a 195 tep, e di evitare all’atmosfera l’emissione di 328 ton di CO2.

L’accordo di partenariato pubblico-privato

“SMART LUX” è stato realizzato con una forma di partenariato pubblico-privato con CPL Concordia, che in 6 mesi ha provveduto alla progettazione esecutiva e ai lavori di riqualificazione. Sullo sfondo c’è un approccio gestionale che ha portato a concludere in 13 mesi l’iter amministrativo dall’approvazione in bilancio di previsione dell’intervento all’aggiudicazione della gara.

Potenzialità future

Per il futuro – il contratto durerà 14 anni – si auspica una riduzione dell’inquinamento luminoso, un miglioramento dell’illuminazione nei borghi antichi, nei parchi e negli edifici storici e l’utilizzo della rete di connessione digitale realizzata tra i pali dell’illuminazione per nuovi servizi di: videosorveglianza, sicurezza viabilistica, rilevamento della qualità dell’aria e connessione wi-fi. 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.