29703958435 Ac6ba74e84 NSono oltre 40 mila le colonnine per la ricarica elettrica di veicoli in Giappone, un numero che ha superato di recente quello delle stazioni di rifornimento tradizionali, quantificate, nel Paese del Sol Levante, in 31.166.
Dati che, secondo alcuni esperti, hanno un valore relativo poiché nel confronto dovrebbero essere contate le singole pompe di benzina o gasolio e non i distributori.

La sinergia pubblico-privato

Il trend e la rapidità con cui il Giappone ha sviluppato l’infrastruttura elettrica rimangono comunque significativi. La guida con e-vehicle è resa sicura e affidabile in termini di autonomia per tutti gli utenti grazie alla presenza diffusa nel territorio di colonnine, considerate in media molto efficienti. Il merito è anche del Governo che ha promosso l’installazione di una rete di punti di ricarica veloci lungo le arterie principali del Paese, capaci di erogare un rifornimento completo in meno di mezz’ora.
E il processo non sembra rallentare. Dopo un’iniziale incertezza, le case automobilistiche giapponesi hanno puntato sull’elettrico, con i principali marchi che, finora, hanno sviluppato soprattutto le versioni ibride. Nissan, per parte sua, sta spingendo sul full electric: dopo la Leaf in commercio dal 2010, ha annunciato che entro il 2022 lancerà 12 nuovi modelli. L’obiettivo della casa nipponica è, sempre per il 2022, quello di raggiungere 1 milione di vetture vendute.

Verso la ricarica wireless

Inoltre, l’azienda Hi-Corp sta sperimentando una tecnologia per la ricarica wireless, con la possibilità di alimentare la batteria anche da remoto, sia con la vettura in movimento che ferma.
Nel prossimo futuro, grazie sempre all’appoggio statale, sarranno installate colonnine  presso i minimarket che costellano le cittadine giapponesi e, con l’abolizione di alcune vecchie norme antincendio, presso i distributori tradizionali.

Tempi più stretti per l’idrogeno

In Giappone il Governo sta puntando molto anche sulla mobilità a idrogeno. Rispetto quanto stabilito, il Paese sta anticipando i tempi di realizzazione della rete di distribuzione: è recente la notizia sul rinnovamento dell’accordo di collaborazione tra Toyota, Nissan e Honda per accelerare la costruzione delle stazioni dedicate alle auto elettriche a fuel cell, di cui Toyota e Honda commercializzeranno i primi modelli di serie già quest’anno.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.