credit Unione Comuni Valdarno Valdisieve

Anche l’Ente regionale per i servizi all’agricoltura e foreste della regione Lombardia (Ersaf) e l’Unione dei comuni Valdarno e Valdisieve (Firenze) ottengono la certificazione del Forest stewardship council (Fsc) per la gestione forestale responsabile. Il bollino verde riconosce una gestione rispettosa dell’ambiente, socialmente utile ed economicamente sostenibile, precisa Fsc in una nota stampa. 

Nuovo bollino verde Fsc per Lombardia e Toscana

Entrambe le verifiche sono state condotte con il supporto tecnico di Etifor, spin-off dell’Università di Padova, e hanno rilevato il contributo delle foreste nello stoccaggio del carbonio, nella conservazione della biodiversità e del suolo, nella tutela delle fonti d’acqua e nella possibilità di usufruire dei servizi turistico-ricreativi.  

La procedura Fsc è un primato tutto italiano. E’ “una possibilità per attrarre risorse per il mantenimento e il miglioramento dei benefici offerti a tutta la società”, evidenzia in nota il direttore di Ersaf, Massimo Ornaghi, e al contempo è “un modo per dimostrare come la gestione forestale attiva possa esaltare tali funzioni a beneficio di tutta la comunità, locale e globale”, spiega Toni Ventre, responsabile dell’Area gestione, difesa ed uso del territorio dell’Unione di comuni Valdarno e Valdisieve.

Sempre più foreste certificate

Nel febbraio 2019, per la prima volta al mondo l’Italia, ha certificato i cinque servizi naturali principali offerti da boschi e foreste:

  1. conservazione della biodiversità;
  2. miglioramento della qualità e quantità dell’acqua;
  3. conservazione del suolo;
  4. aumento dello stoccaggio e sequestro del carbonio;
  5. miglioramento dei servizi turistico-ricreativi.

I primi boschi certificati sono stati quelli di alcuni piccoli proprietari di aree forestali planiziali riuniti nel gruppo Waldplus. Qualche mese più tardi, la verifica dei pioppeti di un’azienda fra Mantova e Parma.  

Il ventaglio delle realtà che puntano sulla valorizzazione dei servizi ecologici resi dai boschi si amplia. In Lombardia le 20 aree forestali gestite da Ersaf, che si estendono su 16.594 ettari, hanno finora assorbito oltre tre milioni di tonnellate di anidride carbonica, equivalenti alle emissioni annuali medie di oltre 184 mila auto. In Toscana, bollino verde per i 1.448 ettari del complesso forestale di Rincine, appartenente alla Regione e gestito dall’Unione di comuni Valdarno e Valdisieve (Firenze). Una testimonianza, da un lato, del lavoro di tutela dell’ecosistema e, dall’altro, di promozione economica e sociale del bosco. Il complesso forestale ricade all’interno della “Foresta modello delle montagne fiorentine” che ogni anno assorbe oltre 650 mila tonnellate/anno di CO2. La prima e, per ora, unica realtà italiana accreditata da una rete internazionale che mira a migliorare l’integrazione dei boschi e del territorio.

Foto anteprima credit Matteo Rapella Ersaf

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.