inquinamento indoor edilizia

L’Enea sta lavorando a un sistema di sensori autonomi e biodegradabili per il monitoraggio dei parametri ambientali all’interno di abitazioni, scuole e uffici.

Sensori biodegradabili, il progetto Sensibile di Enea

La realizzazione di questa innovazione è il perno attorno a cui ruota il progetto “Sensibile” (Sensori autonomi e biodegradabili per il monitoraggio ambientale negli Edifici).  Iniziativa che l’Enea sta conducendo nell’ambito del suo programma Proof of concept, in partnership con l’azienda Promete.

I sensori biodegradabili dell’Enea per promuovere un ambiente salubre

L’obiettivo è quello di promuovere un ambiente di vita salubre, sicuro e confortevole per le persone”, sottolinea il ricercatore Enea Giovanni Landi del Centro ricerche di Portici (Napoli), che coordina il progetto. Il tutto, aggiunge, avverrà attraverso “l’utilizzo di dispositivi intelligenti, biodegradabili, efficienti ed ecosostenibili”. Queste soluzioni  permetteranno “la misura e l’analisi dei parametri ambientali, per attuare il controllo e l’ottimizzazione degli impianti di climatizzazione e di depurazione dell’aria”.

La prima fase del progetto

In una prima fase si realizzerà un prototipo biodegradabile, integrante un generatore di corrente che alimenti almeno un tipo di sensore. Il tutto per dimostrarne la fattibilità tecnologica. Una volta validata la tecnologia in laboratorio, in collaborazione con Promete e il Laboratorio Enea di nanomateriali e dispositivi, si provvederà a trasferirla in ambiente industriale.

La seconda fase

Il secondo step prevede invece l’integrazione del prodotto nella casa intelligente. Ma anche il monitoraggio dei parametri ambientali attraverso una rete di sensori autonomi distribuita in tutta la casa. Sarà possibile progettare i sensori al fine di farli funzionare per un tempo di vita pre-programmato. Dopodiché potranno degradarsi in maniera sicura per gli esseri umani e l’ambiente. “Questo permetterà di gestire in maniera ecosostenibile e consapevole per l’utente il fine-vita del prodotto finale”, spiega la nota di Enea. 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.