pneumatico greenIl settore dei trasporti è tra i principali responsabili della cattiva qualità dell’aria. Non a caso da tempo le case automobilistiche stanno spingendo verso una transizione sostenibile, puntando su nuove tecnologie e politiche di sensibilizzazione verso i possessori dei veicoli. Le auto alimentate con carburanti alternativi oggi sono 3.420.776, ovvero l’8,88% del circolante complessivo (38.520.321 unità).

I dati, prodotti da ACI e diffusi dal Consorzio ecogas, in riferimento al 31 dicembre 2017, mostrano un trend in lieve crescita rispetto ai due anni precedenti, segno di una maggior attenzione anche del consumatore finale alle proprie tasche e al proprio impatto ambientale. Infatti, se nel 2016 la percentuale era dell’8,58% nel 2015 si fermava all’8,33%.

Analizzando la suddivisione per carburanti, il 5,99% dei veicoli circolanti ha una doppia alimentazione (2.309.020 veicoli), il 2,41% (926.704) è alimentata a GPL, lo 0,45% (174.087) a benzina e metano e lo 0,01% sono veicoli ibridi a gasolio (3.405) . Dato da evidenziare quello che riguarda l’elettrico: nel Paese si ferma allo 0,02% per un totale di 7.560 mezzi.

Di seguito una tabella riassuntiva del parco circolante autovetture ad alimentazione alternativa suddivise per regioni al 31 dicembre 2017. Rielaborazione Consorzio Ecogas su dati ACI.

Pneumatici ricostruiti amici dell’ambiente

L’impiego degli pneumatici ricostruiti fa bene all’ambiente. Nel 2017 la ricostruzione ha consentito un risparmio di 25,8 milioni di litri di petrolio ed equivalenti e di 19.000 tonnellate di materie prime, oltre che ha evitato all’atmosfera 10.070 tonnellate di CO2. A diffondere questi dati è l’Associazione italiana ricostruttori pneumatici AIRP, che ha calcolato la differenza di costo tra l’acquisto di uno pneumatico nuovo rispetto a uno ricostruito.

A quelli ambientali seguono i benefici economici: il risparmio stimato dall’AIRP ammonta a 60,8 milioni di euro per gli utilizzatori finali, per la maggior parte operatori italiani dell’autotrasporto di merci e persone che impiegano gli pneumatici ricostruiti su flotte di camion e autobus, sia private che pubbliche.

 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.