La trasformazione dell’autostrada del Brennero in un’infrastruttura smart, connessa alla rete e predisposta per accogliere veicoli a guida autonoma. Il tutto con l’obiettivo di testare le tecnologie 5G. È il progetto annunciato in occasione del Digital Day 2018 (10 aprile Bruxelles) in una lettera all’UE firmata dai Presidenti dell’Euroregione Tirolo-Sud Tirolo-Trentino e dal Ministro dei trasporti Graziano Delrio. L’iniziativa si inserisce nel quadro Cooperative Intelligent Transport Systems lanciata a settembre 2017 dall’Unione Europea. L’obiettivo è quello di sviluppare una serie di corridoi di test su larga scala delle tecnologie 5G.

Un’autostrada hi – tech

Grazie al collegamento con il nuovo protocollo di comunicazione veloce le auto connesse che viaggeranno su questa autostrada potranno interfacciarsi con infrastrutture hi – tech scambiando dati con l’obiettivo di garantire una mobilità efficiente e sicura. In particolare le vetture riceveranno dati relativi a traffico, arrivo di un veicolo di soccorso o velocità ottimale da tenere per non creare ingorghi.

Uno standard comune

Un elemento chiave nella realizzazione del progetto sarà l’adozione di uno standard comune. In quest’ottica a partire da quest’anno verrà implementato il piano C-Its. Grazie a questo importante strumento l’UE fornirà ai paesi aderenti dei sistemi di comunicazione C-Its, per le auto a guida autonoma. Queste auto intelligenti dovrebbero iniziare a circolare, secondo i piani dei promotori del progetto, entro l’inizio del  prossimo decennio.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.