sharing monopattini elettriciDopo Roma anche il comune di Bari apre allo sharing dei monopattini elettrici. La giunta comunale ha approvato le linee di indirizzo per individuare cinque operatori di sharing a flusso libero, di monopattini ma anche di segway.

A Bari monopattini elettrici in sharing

I soggetti interessati dovranno disporre di una flotta composta da un minimo di 150 a un massimo di 400 dispositivi. L’avviso pubblico prevede la messa in servizio di 1.500 dispositivi sul territorio comunale. Anche se, precisa la giunta, il numero potrà aumentare in caso di una domanda elevata. Da quando la manifestazione d’interesse sarà giudicata positivamente dall’amministrazione comunale, l’operatore avrà 45 giorni di tempo per mettere in esercizio la propria flotta.

I monopattini e i segway elettrici dovranno essere omologati per circolare su strada e montare un sistema di bloccaggio/sbloccaggio da remoto tramite smartphone, per permettere il termine e l’inizio del noleggio. Inoltre, non ci sarà un supporto per parcheggiarli.

Mobilità alternativa per spostamenti casa-lavoro

Oltre ai nuovi servizi di sharing, l’amministrazione sta lavorando alla realizzazione di infrastrutture ciclabili e di zone 30. Sempre con l’intento di promuovere la mobilità alternativa ha esteso la sperimentazione della micromobilità elettrica al 27 luglio 2022. “Nei mesi di lockdown, insieme agli uffici comunali, abbiamo lavorato a un nuovo piano di mobilità e gestione dello spazio pubblico che incoraggi e favorisca stili di vita per lo più all’aria aperta e garantisca il distanziamento sociale”, ha spiegato il sindaco Antonio Decaro nonché presidente Anci. “Abbiamo cercato di lavorare su un avviso pubblico aperto alla concorrenza delle proposte, in modo da garantire agli utenti prezzi accessibili, e sulla gestione privata del servizio, in modo tale da avere una manutenzione sempre efficiente”.

Novità sul bonus bici

Un lavoro strategico che consentirà ai cittadini di adoperare mezzi alternativi per compiere il tragitto casa-lavoro in questa Fase 2. Per chi ora vuole acquistare una bicicletta a pedalata assistita o un monopattino elettrico c’è il bonus bici. Canale energia ne ha già parlato ma le notizie sulle modalità di richiesta si rincorrono. Il ministero dei Trasporti ha pubblicato una nota di chiarimento, anche se non ha fatto pienamente luce sull’iter. Ha ricordato, ma già si sapeva, che il bonus è retroattivo e vale dal 4 maggio 2020. Ha aggiunto, questa è la novità, che servirà la fattura e non solo lo scontrino. Inoltre, solo con lo Spid si potrà fare la richiesta accedendo all’applicazione che dovrebbe essere creata sul sito del ministero dell’Ambiente.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.