petrolio offshore

Nel 2025, il Brasile dovrebbe contribuire a circa il 23% o all’equivalente di 1,3 milioni di barili al giorno (mmbd) della produzione globale di greggio e condensato, in seguito ai principali progetti offshore pianificati e annunciati, che dovrebbero prendere il via tra il 2021 e il 2025. 

Il rapporto di Global Data, Global offshore upstream development outlook, 2021-2025, rivela che in Brasile, 1,16 mmbd di produzione di greggio e condensato sono previsti come risultato di progetti pianificati con piani di sviluppo già individuati. Altri 169 mila barili al giorno (mbd) sono attesi da progetti annunciati, che si trovano ancora in una fase iniziale di studio e dovranno ottenere l’approvazione per andare avanti.

I progetti sul greggio

Ben 29 progetti in totale dovrebbero entrare in funzione nel paese tra il 2021 e il 2025. Di questi, relativi al petrolio greggio, Bacalhau, Buzios V (Franco) e Lula Oeste sono alcuni dei progetti chiave, per un valore pari a circa il 44% della produzione di greggio e condensato del Paese nel 2025.

Effuah Alleyne, senior oil&gas analyst di Global Data, commenta: “Mentre l’Arabia Saudita domina la produzione a livello globale, per lo più da progetti già in produzione, il Brasile guida la produzione di greggio e condensato da progetti nuovi o in arrivo. Il prolifico strato pre-salt del Brasile nel bacino di Santos ha prodotto un robusto portafoglio di progetti offshore gestiti principalmente da Petróleo Brasileiro S.A. (Petrobras), la principale compagnia petrolifera nazionale del Paese. Questi progetti hanno mostrato un’economia solida, come lo sviluppo dei prezzi del petrolio di breakeven, in media di 40 dollari al barile, e hanno contribuito significativamente alla tendenza del Sud America di superare la produzione offshore del Nord America entro il 2023”.

Brasile produzione di greggio e condensato_Global Data

Seguono Stati Uniti e Norvegia

GlobalData identifica gli Stati Uniti come il secondo Paese a livello globale, con 655 mbd di produzione di greggio previsti nel 2025 ovvero circa l’11% della produzione globale offshore di greggio e condensato nello stesso anno. 

La Norvegia segue con una produzione di greggio di 508 mbd derivanti da progetti offshore pianificati e annunciati per il 2025. 

Per lo stesso anno, le compagnie Petrobras, China National Offshore Oil Corp ed Equinor Asa guidano a livello globale con la più alta produzione offshore di greggio e condensato pari rispettivamente a 768 mbd, 371 mbd e 331 mbd.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.