Investire in energia in Brasile, un business in crescita

203

 Brasile il30settembreverrpresentatoilreportOIRNonostante la pandemia il Brasile si assesta come terzo mercato energetico al mondo (dopo USA e Cina). Nel 2020 ha registrato un significativo aumento pari al 22% del mercato libero dell’energia.

Di questo hanno parlato Promo Brasile Italia, associazione senza scopo di lucro nata per sviluppare i rapporti economici/culturali tra i due Paesi e presieduta dall’avvocato Giacomo Guarnera, e Confindustria Toscana sud, in occasione del web in air “Prospettive mercato energia brasiliano”, svoltosi su piattaforma digitale il 24 febbraio.

Dalla discussione è emerso come l’energy sia un segmento che mostra importanti potenzialità di crescita nel Paese previo il supporto di realtà di mediazione come suggerisce l’avvocato Giacomo Guarnera, socio fondatore di Guarnera advogados e presidente di Promo Brasile Italia: Grazie alle opportunità scaturite dalla creazione di grandi opere infrastrutturali ed energetiche in Brasile, è nata la necessità di avvalersi di società straniere per la manutenzione, l’assistenza, lo sviluppo delle reti, l’automatizzazione dei macchinari e la digitalizzazione degli strumenti, e le imprese toscane possono giocare un ruolo di primo piano per competenze ed esperienza”.

“Nonostante il “terreno” propizio, investire e fare impresa in Brasile non è immediato”, ha concluso l’avvocato Guarnera. “È quindi fondamentale stabilirsi direttamente sul posto, come hanno già fatto piccole e medie aziende italiane trasferendo il proprio know-how e le innovazioni tecnologiche, spesso collaborando e associandosi a società locali che sono in grado di supportarle per affrontare le difficoltà burocratiche brasiliane.”

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.