cina

L’ultimo rapporto di Global data, Long-term Lng contracts review 2021, rivela che il maggiore contratto di gas naturale liquefatto (Gnl) più a lungo termine firmato quest’anno è quello tra la Qatar Petroleum e l’azienda cinese Cnooc Ltd nel settembre 2021. Secondo l’accordo, la Qatar Petroleum fornirà 3,5 milioni di tonnellate all’anno di Gnl dal 2022 al 2036 alla controparte. Il rapporto conferma che la Sinopec Corp, sempre con sede in Cina, ha guadagnato la fornitura di cinque milioni di tonnellate di Gnl all’anno.

Leggi anche Le importazioni di Gnl nel sud-est asiatico al 2030 aumenteranno

Contratti Gnl: Cina investe nella fornitura

Secondo i dati di Global data, il numero di contratti a lungo termine per il gas naturale liquefatto è notevolmente aumentato nel 2021, dopo il calo dell’anno precedente quando sono stati favoriti i contratti spot a breve. La società di analisi osserva inoltre che 23 contratti a lungo termine sono stati firmati dalle principali società acquirenti nel 2021, rispetto ai 10 nel 2020.

I contratti a lungo termine servirebbero a coprire la volatilità dei prezzi e garantire la fornitura, stando al rapporto recentemente divulgato. Questa tendenza dovrebbe proseguire nel 2022 poiché “i prezzi del Gnl nei mercati chiave come l’Asia e l’Europa continuano a essere molto alti”, si legge nella nota stampa.

“In termini di acquisto, la maggior parte dei contratti completati da Sinopec sono stati firmati con Venture Global Lng come parte degli sforzi della Cina per ridurre le emissioni di carbonio. Il Paese ha bisogno di aumentare sostanzialmente la quota di gas naturale nel suo mix energetico per raggiungere l’obiettivo carbon neutral entro l’anno 2060”, viene sottolineato nella nota.

Leggi anche Transizione energetica: decarbonizzare con il Gnl

Boom dei contratti dal Qatar all’Asia

Le società statali in Qatar hanno per lo più firmato contratti a lungo termine per rifornire i principali centri di domanda in Asia, come la Cina e la Corea del Sud.

Dopo Sinoptec, Vitol Group ha firmato il secondo numero più alto di contratti a lungo termine, assicurandosi 4,3 milioni di tonnellate all’anno, mentre Royal Dutch Shell ha firmato il terzo più alto, per 4 milioni di tonnellate. Tra i venditori di Gnl, la Tellurian Investments ha ceduto il maggior volume totale di gas naturale liquefatto in tre contratti, rispettivamente con Gunvor Group Limited, Royal Dutch Shell e Vitol Group. Il Gnl di Tellurian Investments sarà fornito dal terminal di Driftwood in Louisiana.

Dopo Tellurian, è Qatargas Operating Company ad aver venduto il secondo volume di Gnl – 7,3 milioni di tonnellate all’anno – in accordo con Pakistan State Oil Company, China Petroleum & Chemical Corporation, Cpc Corporation e Royal Dutch Shell.

Leggi anche Small Scale Gnl, nuove opportunità per la transizione energetica

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.