smart grid

È stato presentato a Genova, il 2 dicembre, il progetto Grid Futurability di E-Distribuzione che introdurrà tecnologie innovative per rendere la rete elettrica più sostenibile, partecipativa e resiliente. L’obiettivo è garantire qualità e affidabilità del servizio in un’ottica sostenibile per ridurre gli impatti ambientali. Grid Futurability si propone come modello per la trasformazione delle reti di distribuzione in smart grid attraverso la combinazione di sistemi tradizionali e soluzioni digitali avanzate, aperto alla partecipazione degli stakeholder.

La smart grid di Genova

Grid Futurability Genova avrà la durata di 4 anni, con investimenti pari a 11 milioni di euro. Gli interventi prevedono l’installazione di tecnologie innovative in 30 cabine secondarie e 4 cabine primarie, nel contesto di una rete ulteriormente potenziata dalla realizzazione di nuove linee di collegamento a media tensione. Saranno inoltre introdotte nuove applicazioni come la Smart street box, una cassetta stradale di nuova generazione dotata di sensori e di apparati intelligenti in grado di fornire informazioni in tempo reale sullo stato della rete.

Inoltre, per merito dei canali di comunicazione del Green Open Meter sarà possibile abilitare nuovi servizi e una più ampia partecipazione delle comunità al mondo dell’energia. Lo scorso febbraio, sempre nel capoluogo ligure, è infatti partita la sostituzione di 22 mila contatori con i nuovi prodotti in plastica rigenerata al 100% che consentono di minimizzare l’impatto ambientale a beneficio dei clienti, del territorio e dell’ambiente.

Leggi anche Al via Nexmeter di Hera in plastica riciclata e pronto per l’idrogeno

Lo sviluppo sostenibile della Liguria

Genova e, in generale, la Liguria saranno al centro di una serie di investimenti che si realizzeranno nei prossimi anni in materia di sviluppo e sostenibilità e che vedrà, tra le principali assi di intervento, anche le risorse del Pnrr. Lo ha annunciato il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti: “Consentirà a questo territorio di realizzare opere strategiche non solo materiali, a livello infrastrutturale, ma anche immateriali, legate all’innovazione tecnologica e, come in questo caso, all’energia”, si legge nella nota stampa.

All’interno di questa visione si inserisce il progetto Grid Fururability per lo sviluppo sostenibile di Genova e in particolare di alcuni quartieri della città: “Grazie a servizi forniti a cittadini e imprese, risulteranno maggiormente attrattivi anche per l’insediamento di nuove attività economiche”, ha aggiunto nella nota il presidente Toti.

Leggi anche Smart grid, a Roma al via il progetto pilota PlatOne che utilizza la blockchain

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.