storage

Dodici container dotati di batterie agli ioni di litio insieme a trasformatori e sistemi di conversione, quadri elettrici e apparecchiature dedicate all’interfaccia con la rete. Si presenta così l’impianto di storage elettrochimico da 4X6 MW autorizzato dalla Regione Lombardia in un’area attualmente libera di Pegognaga. La decisione sarà trasmessa al ministero della Transizione ecologica, al quale compete la definizione dell’iter burocratico, oltre che al comune locale e alla provincia di Mantova.

La delibera proposta dall’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, ha dato il consenso al Mite all’installazione, precisando che serviranno interventi di riqualificazione naturalistica: “Ciò al fine di compensare la perdita di funzione ecologica prodotta dall’occupazione di suolo”, ha chiarito Cattaneo in una nota stampa.

La funzione dell’energy storage system di Pegognaga: offrire stabilità alla rete

Il sistema di accumulo, progettato dalla società Italy solar generation one limited, sarà allacciato alla rete nazionale con un elettrodotto in cavo interrato da 15 kV della lunghezza di circa 1 chilometro. Per il progetto non è prevista alcuna procedura di valutazione d’impatto ambientale, secondo quanto stabilito dal D.lgs. 152/2006.

Lo storage elettrochimico di energia ad 30/24 MWh punta a favorire il dispacciamento degli impianti non programmabili, attraverso l’immissione e il ritiro dell’energia prodotta dai sistemi a fonti alternative. Tale installazione consentirà di compensare la variabilità della potenza richiesta in modo da renderla stabile e regolare sulla rete.

Secondo un recente position paper, pubblicato sulla piattaforma delle Buone pratiche per l’ambiente e il clima del Mite, la tecnologia più promettente in ambito di storage elettrochimici è proprio quella delle batterie agli ioni di litio con una vita attesa molto lunga, fino a 10.000 cicli di carica/scarica a DOD 80%, rendimento energetico molto elevato, generalmente superiore al 90%, alta energia e potenza specifica. Risultano adatte a coprire quasi ogni tipo di applicazione, sia quelle tradizionali che di supporto del sistema elettrico, e sono le più utilizzate per la trazione elettrica.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.