Sostenibilità nel settore aereo easyJet e politecnico di Milano insieme

438

easy jet e sostenibilità nel settore aereo Quest’anno, grazie alla collaborazione tra easyJet e la scuola di Management del politecnico di Milano, partirà un percorso di dottorato executive in Management engineering tra i primi in Europa, focalizzato sulla sostenibilità nel settore aereo. Diego Babuder, pilota easyJet, si occuperà del percorso quadriennale di ricerca presso l’Ateneo, mentre i proff. Federico Caniato e Paolo Trucco supervisioneranno il progetto di ricerca. Questo non è il primo progetto volto all’innovazione nei carburanti promosso dalla compagnia aerea easyJet, ricordiamo che con Airbus è stata lanciata la ricerca sull’aereo  idrogeno. Il primo volo è atteso entro il 2050.

La sostenibilità nel settore aereo porterà alla nascita di nuove filiere industriali

“Non si tratta solo di innovazione tecnologica, ma di una complessiva trasformazione dei modelli di business con impatti sistemici a livello di settore che porterà alla nascita di nuove filiere”, spiega Paolo Trucco, docente di sistemi industriali della school of Management e responsabile del progetto di ricerca con easyJet. “È significativo” continua Trucco “poi che questa collaborazione abbia come fulcro il percorso di dottorato di un loro pilota; dimostrazione di quanto lo sviluppo del capitale umano sia alla base della capacità delle organizzazioni di trasformarsi e cogliere tutte le opportunità tecnologiche e operative per rendere il proprio business sempre più sostenibile”.

Oggetto della ricerca saranno le sfide e le opportunità presentate dall’innovazione tecnologica in quest’ambito, con particolare approfondimento su come le compagnie aeree possano contribuire alla decarbonizzazione del settore per ridurre gli effetti del cambiamento climatico.

“Investire ora nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie rivoluzionarie come gli aerei ibridi, elettrici e a idrogeno, è il modo migliore di affrontare efficacemente le sfide globali poste dal cambiamento climatico per questo settore.” sottolinea Lorenzo Lagorio, country manager easyJet Italia. “Questo è un momento storico per l’aviazione commerciale e intendiamo svolgere un ruolo di primo piano nella transizione verso soluzioni capaci di ridurre significativamente l’impatto del settore aereo sull’ambiente”.

Dal punto di vista del Pilota

Diego Babuder, dottorando al Politecnico e pilota easyJet rimarca come sia “orgoglioso di avere intrapreso questo percorso al fianco della mia Compagnia e nell’ambito di una realtà academica di eccellenza come il politecnico di Milano, soprattutto in questa fase molto delicata per tutto il settore del trasporto aereo. (…) Nei prossimi dieci anni il comparto è destinato a cambiare volto quindi ritengo sia il momento perfetto per lanciarsi in un progetto di ricerca così ambizioso e contribuire a indirizzare le scelte e le strategie dei vettori e di tutta la filiera”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.