trasporto marittimo
Foto di Sascha Hormel da Pexels

L’Unione europea dovrebbe imporre al trasporto marittimo l’utilizzo del 7% di carburanti alternativi entro il 2030 per promuovere la decarbonizzazione del settore entro la metà del secolo. Un recente rapporto di Transport & Environment (T&E) si propone di tracciare un percorso chiaro per stabilire l’impiego di carburanti alternativi combinati a misure di efficienza energetica, come il wind assist e l’ottimizzazione della velocità.

Decarbonizzare il trasporto marittimo

“Se il trasporto marittimo europeo vuole fare la sua parte nel ridurre rapidamente le emissioni globali dovrebbe agire ora”, ha commentato in una nota stampa Faig Abbasov, direttore delle spedizioni marittime di T&E. “La nostra analisi mostra che in questo decennio anche implementazioni modeste possono portare un settore resistente al cambiamento sulla strada giusta”.

Il rapporto di T&E prevede una diffusione, imposta a livello comunitario, del 7% di carburanti alternativi entro il 2030 per tutto il trasporto marittimo. Obiettivo “ambizioso ma realistico per decarbonizzare completamente entro il 2050”, ha evidenziato Faig Abbasov.

Ac116a31 47d7 4e36 Af07 5bcd6d5801d7 1024x724

Se si attuassero solo interventi di efficientamento energetico si potrebbero tagliare le emissioni di gas a effetto serra di un terzo entro il 2050. Questo non basterebbe: se l’industria vuole davvero fare la sua perte nel raggiungimento della neutralità climatica entro il 2050, avrà bisogno di adoperare ammoniaca e idrogeno prodotti con energia da fonti rinnovabili, attualmente molto costosi.

L’utilizzo in minima percentuale di questi carburanti alternativi potrebbe dare ai protagonisti della filiera la spinta per incrementarne l’uso. Ad esempio, stando alle stime di T&E, 120 grandi navi portacontainer consumerebbero 4,6 milioni di tonnellate di carburanti alternativi, considerato un consumo medio di carburante delle navi portacontainer più diffuse.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.