Foto di patri69 da Pixabay

L’università di Roma Tor Vergata e il commissario straordinario per l’adeguamento alla normativa vigente delle discariche abusive, Giuseppe Vadalà, lavoreranno in sinergia, nell’ambito di un accordo, per migliorare le azioni di bonifica delle restanti discariche abusive presenti sul territorio nazionale. Orazio Schillaci, rettore dell’università Roma “Tor Vergata” e Vadalà hanno infatti firmato una convenzione per migliorare gli interventi sulle restanti discariche abusive presenti sul territorio nazionale.

Bonifica discariche abusive, obiettivi dell’accordo

La convenzione vuole realizzare “un’azione incisiva e continuativa di collaborazione delle attività dei soggetti istituzionali coinvolti”. Il tutto nel rispetto delle relative competenze per la salvaguardia dell’ambiente e del territorio. E per promuovere la sostenibilità nell’attività di bonifica delle discariche abusive sul territorio nazionale. Altro elemento chiave è la volontà di migliorare le buone pratiche di bonifica, con particolare riguardo ai protocolli di analisi da seguire e da adottare e all’uniformità sul territorio nazionale. Ma anche per l’implementazione della legalità in tale settore d’intervento.

accordo bonifiche abusive

Punti chiave dell’accordo

Inoltre la convenzione individua tre ambiti chiave di intervento.

  • In primo luogo, il supporto tecnico scientifico per la verifica dei progetti e la predisposizione degli indirizzi progettuali con l’applicazione di tecniche innovative;
  • Poi l’effettuazione di caratterizzazioni, indagini geofisiche ed analisi chimiche sulle matrici potenzialmente contaminate;
  • Infine, la promozione delle migliori pratiche d’intervento nel segno della sostenibilità economica ed ambientale per restituire ai cittadini porzioni importanti di territorio.

Bonifica discariche abusive,Vadalà: “Orgogliosi dell’accordo”

“Siamo orgogliosi di aver siglato questo accordo per l’attività di bonifica delle discariche abusive”, spiega in una nota il commissario straordinario Vadalà. “Il risanamento delle aree inquinate consente di ripensare il territorio indirizzando le scelte verso la riqualificazione e rigenerazione. Il tutto “riducendo inoltre il consumo di suolo. L’accordo mira a migliorare e perfezionare le attività della nostra task force grazie alla professionalità poste in campo dall’università “Tor Vergata”.

Un lavoro sinergico per uscire dall’infrazione

“Unicamente con un lavoro congiunto di tutti i soggetti coinvolti nei procedimenti di bonifica si può uscire dall’infrazione europea in cui è caduto il nostro Paese”, aggiunge inoltre Vadalà. “Per rendere esecutiva questa “azione collettiva” occorre fare sistema quindi è necessario associarsi, includere e coadiuvare le azioni con i massimi professionisti, questa collaborazione rientra nella nostra idea di Buon paese coeso”.

Il rettore Schillaci: “Le nostre competenze a servizio dell’arma dei carabinieri e del commissario straordinario”

Questa convenzione – sottolinea in conclusione il rettore Orazio Schillaci – dimostra ancora una volta le competenze presenti all’interno del nostro ateneo. Siamo onorati di poterle mettere a disposizione di un’istituzione prestigiosa quale l’Arma dei carabinieri e il commissario straordinario generale Vadalà”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.