rinnovabili
Foto di Pixabay

“Accelerare ulteriormente il percorso di crescita sostenibile del Paese, dal punto di vista ambientale, economico e sociale, e di transizione dai combustibili tradizionali alle fonti rinnovabili, nel rispetto del principio della neutralità tecnologica”.

Si tratta di una delle osservazioni al Governo contenuta nel parere favorevole reso mercoledì dalle commissioni X e XIII del Senato sullo schema di decreto legislativo recante “attuazione della direttiva UE 2018/2001 (Red II) del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2018, sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili” (atto n. 292).

Sullo stesso atto si sono espresse anche le analoghe commissioni (per materia) della Camera, VIII e X: “Nell’ottica di promuovere soluzioni basate sull’integrazione dei settori energetici e valorizzare il potenziale di decarbonizzazione del biometano e dei gas rinnovabili, si ritiene importante che nell’ambito del D.Lgs sia dato adeguato spazio anche alla promozione delle smart grid del gas naturale” (qui il parere completo approvato).

Energia in Parlamento

Camera dei deputati

Sempre in tema di pareri approvati, la XIV commissione si è espressa favorevolmente (con osservazioni) sullo schema di D.Lgs recante attuazione della direttiva UE 2019/944 relativa a “norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica e che modifica la direttiva 2012/27/UE, nonché recante disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 943/2019 sul mercato interno dell’energia elettrica e del regolamento (UE) 941/2019 sulla preparazione ai rischi nel settore dell’energia elettrica e che abroga la direttiva 2005/89/CE” (atto n. 294).

Tra le richieste all’Esecutivo, “prevedere meccanismi di perequazione tariffaria che consentano, nel rispetto delle regole di concorrenza dei mercati, di ammortizzare almeno in parte l’impatto di eventuali tensioni transitorie sui mercati dell’energia”.

Da segnalare a Montecitorio la presentazione, da parte dell’esponente M5S Caterina Licatini, della proposta di legge “Modifiche all’articolo 2 del decreto-legge 29 dicembre 2016, n. 243, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2017, n. 18, in materia di realizzazione e adeguamento dei sistemi di collettamento, fognature e depurazione oggetto di procedura di infrazione europea e altre disposizioni per l’esecuzione dei relativi interventi” (n. 3334).

Mercoledì in commissione Finanze la sottosegretaria al ministero dell’Economia e delle Finanze Alessandra Sartore ha risposto all’interrogazione 5-06933 sul superbonus 110%: “Sono in corso di valutazione da parte del Governo apposite iniziative volte alla proroga della agevolazione, nonché delle detrazioni in materia di riqualificazione energetica e ristrutturazione edilizia ai fini dell’inserimento nel prossimo disegno di legge di Bilancio”.

Interrogazioni svolte anche in X: 5-06935, iniziative a sostegno della filiera automotive, in particolare delle vetture ibride e full electric; 5-06937, aumento dei costi produttivi e delle materie prime: connessi rischi di crisi industriali e conseguenze sui consumatori.

La viceministra per lo Sviluppo economico Alessandra Todde ha chiarito che “il Governo, nell’anno in corso, ha stanziato oltre un miliardo di euro per incentivare l’acquisto di veicoli a bassa emissione e, per far fronte ai ritardi nelle consegne dovute alla carenza di semiconduttori, ha prorogato al 30 giugno 2022 i termini entro cui concludere le prenotazioni dei contributi effettuate nel semestre in corso”.

Senato della Repubblica

Deferito alla V il progetto di Documento programmatico di bilancio per l’anno 2022 (Doc. XI, n. 4).

Infine, la commissione VIII ha reso parere alla XIII sulla Proposta di piano per la transizione ecologica (atto n. 297) chiedendo di “sostenere interventi volti a promuovere l’educazione ambientale al fine di sensibilizzare sia i cittadini che gli imprenditori in merito all’urgenza della trasformazione delle filiere produttive e al fine di favorire cambiamenti negli atteggiamenti e nei comportamenti dei cittadini, sia singolarmente che a livello di comunità”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Antonio Jr Ruggiero
Nato ad Avellino, giornalista professionista, laurea in comunicazione di massa e master in giornalismo conseguito all’Università di Torino. È direttore della rivista CH4 edita da Gruppo Italia Energia. In precedenza ha lavorato nel settore delle relazioni istituzionali e ufficio stampa, oltre ad aver collaborato con diversi media nazionali e locali sia nel campo dell’energia sia della politica. È vincitore di numerosi premi giornalistici nazionali e internazionali.