depurazione acqueA Palermo sono iniziati i lavori per risanare il sistema di depurazione delle acque reflue nelle vie Agnetta ed Enea del quartiere Villagrazia. Il Commissario straordinario unico per la depurazione Enrico Rolle ha dato il via dopo il completamento delle attività preliminari di bonifica degli ordigni bellici inesplosi presenti nelle aree. L’intervento rientra in quelli previsti per uscire dalla procedura d’infrazione C-565/10 per cui l’Italia è stata condannata dalla Corte di giustizia europea.

Leggi anche Depurazione acque, in partenza il cantiere a Sant’Agata Militello

Il cantiere è il sesto in ordine di tempo sui tredici previsti a Palermo per la depurazione delle acque reflue. Segue quelli avviati nei quartieri Marinella, a Sferracavallo, Mezzomonreale, in via Ripellino e quelli conclusi in Via Carmine e in via Valenza. La ditta affidataria è la Tek infrastutture che si occuperà di costruire la rete di acque nere e un collettore per le acque bianche. L’intervento costerà quasi 793 mila euro e il comune di Palermo cofinanzierà la realizzazione del collettore. Sogesid sarà il Responsabile unico del procedimento e il Comune dirigerà i lavori e coordinerà la sicurezza durante l’esecuzione.

Leggi anche Depurazione acque, Rolle: “In Sicilia partiti da disastro, dopo due anni quadro chiaro”;

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.